Milan-UEFA: cambia la data della risposta sul voluntary agreement

Iscriviti
fassone milan
© foto www.imagephotoagency.it

Novità sul futuro del club rossonero. Milan-UEFA: la risposta sul voluntary agreement arriva in anticipo? Le ultimissime

Anche Ceferin, presidente della UEFA, ha espresso dei dubbi su Yonghong e sul Milan. Dopo gli attacchi della stampa straniera con le inchieste del New York Times e il duro articolo di Forbes, il club rossonero prova a fare quadrato e a non spaventarsi. Massimiliano Mirabelli, direttore sportivo del Milan, non ha voluto commentare ma ha invitato tutti a badare di più ai fatti e, come ribadito dall’ex presidente Silvio Berlusconi, sino a questo momento i cinesi hanno sempre onorato le scadenze. Dubbi Milan-UEFA: i rossoneri attendono una risposta sul voluntary agreement.

Le indiscrezioni non sono positive. Secondo “La Gazzetta dello Sport” la UEFA ha tempo fino a fine dicembre per dare una risposta ma l’organismo europeo del calcio dovrebbe anticipare i tempi. La risposta al Milan infatti dovrebbe arrivare nel giro di due settimane, entro l’8 dicembre. Nei giorni scorsi si parlava di tempi più lunghi ma il Milan dovrebbe conoscere il suo destino in tempi più brevi. Le prossime settimane saranno importanti per Montella e per il futuro del club rossonero. Attesa la risposta della UEFA sul voluntary agreement: se sarà negativa si passerà al settlment agreement.