Mojica: «Felice di essere all’Atalanta. Vi spiego chi sono»

Atalanta PSG
© foto www.imagephotoagency.it

Johan Mojica si è presentato ai tifosi dell’Atalanta: le dichiarazioni del nuovo calciatore nerazzurro al canale ufficiale del club

Johan Mojica, nuovo calciatore dell’Atalanta, si è presentato ai tifosi nerazzurri attraverso il canale ufficiale della società.

ATALANTA – «Sono molto felice, molto contento di essere qui. Fortunatamente c’è stata l’opportunità di arrivare in una società eccellente. Ho molta voglia di lavorare e di aiutare la squadra affinché continui a crescere e prosegua l’ottimo lavoro che ha fatto dentro e fuori dal campo. Sono molto felice di far parte di questa grande società. Questa è una squadra di cui bisogna sottolineare il lavoro, l’impegno e lo stile di gioco. Si vede che è un gruppo dentro e fuori dal campo e per noi che ci intendiamo di calcio, si nota che è una squadra abbastanza consolidata. L’ho seguita e la squadra mi piace. Sembra molto armoniosa quando gioca e credo che assomigli a ciò che sono io come calciatore.

CARATTERISTICHE – «Ho lavorato per molti anni per arrivare dove sono ora. Sono mancino, gioco come terzino sinistro, come esterno o ala. Conosco molto bene la fascia sinistra, mi considero un giocatore molto rapido, con un buon cross, diligete tatticamente e soprattutto sono un gran lavorare, che è forse la cosa più importante nel mio lavoro. Conosco molto bene Muriel e Zapata sono ottime persone e grandi giocatori e se sono in un club eccellente come questo un motivo c’è. Ora ho il privilegio di giocare con loro non solo in Nazionale, ma anche nel club. Vengo a portare in alto il nome della Colombia come hanno fatto loro e altri compagni che giocano nel campionato italiano».

OBIETTIVI – «Il mio obiettivo è aiutare la squadra affinché continui a essere grande, a crescere e a fare una grande impressione. Sono qui per portare tutto il mio calcio, la mia professionalità dentro e fuori dal campo. E mi metto a disposizione per far sì che tutto vada secondo i piani della società. Ho molta voglia di vincere, di aiutare, di competere, di lavorare e dimostrare il mio impegno. E ovviamente di dimostrare perché sono qui».