Connettiti con noi

Napoli News

Napoli, Osimhen non può più essere un alibi per Gattuso: un dato è eloquente

Pubblicato

su

Osimhen

Victor Osimhen non è ancora in condizione di giocare, Gennaro Gattuso non può mandarlo nella mischia in partite da recuperare a tutti i costi

Il Napoli esce sconfitto dallo stadio Marassi contro il Genoa e torna a sprofondare nell’abisso che sembrava esser (momentaneamente) accantonato dopo i risultati delle ultime uscite. Il Grifone ha riportato gli azzurri all’inferno, rimettendo nuovamente se non ancor di più in pericolo la posizione di Gennaro Gattuso. Saranno decisive le prossime due partite, contro Atalanta e Juventus. L’allenatore azzurro ha spesso tirato il ballo l’alibi della sfortuna di aver avuto fuori tanti attaccanti negli ultimi tempi. Un alibi, però, che non può più reggere ad analizzare quello che Victor Osimhen ha fatto dal suo rientro in campo. 

OSIMHEN ZERO CONDIZIONE – Da quando è tornato in campo a pieno regime dall’infortunio alla spalla, Osimhen è sembrato lontano parente di un calciatore di Serie A nel vero senso della parola. Sono passate oltre due settimane dal recupero, ma la forma fisica del nigeriano è lontanissima dall’essere quantomeno accettabile. E qui ecco che potrebbe esserci una colpa di Gattuso: perché buttare nella mischia l’ex Lille in queste condizioni, soprattutto quando c’è da recuperare partite importanti? E il dato che viene fuori dalla partita contro il Genoa è esemplificativo della poca utilità di Osimhen in questo momento. L’attaccante ha giocato 40 minuti a Marassi, toccando solamente 7 palloni; tra cui una buona occasione sparata sopra la traversa. Per fare un paragone, Insigne, che è entrato insieme a lui, ne ha toccati 21: il triplo. A essere duri, al momento Osimhen non è un calciatore da considerare arruolabile. C’è bisogno di tempo, tempo che in questo momento manca a Gattuso per conquistarsi una conferma. Ha bisogno di risultati subito, che non possono arrivare con un attaccante in queste condizioni.  

Advertisement