Connettiti con noi

Serie A

Nicchi: «Proviamo a ripartire adesso, cosa cambierà a settembre?»

Redazione CalcioNews24

Pubblicato

su

Nicchi

Il presidente dell’Associazione Italiana Arbitri Marcello Nicchi ha parlato della possibile ripartenza dei campionati

Marcello Nicchi, presidente dell’Associazione Italiana Arbitri, ha parlato ai microfoni di TMW Radio e ha parlato della questione ripartenza Serie A. Ecco le sue dichiarazioni.

LA RIPARTENZA – «C’è incertezza e mi dispiace. Non posso permettermi di criticare decisioni del Governo. Siamo tutti in ansia e avremmo bisogno di risposte e che avrebbero bisogno che arrivino da un solo interprete. Andare avanti senza un punto di riferimento è come andare a fari spenti. Bisogna accelerare i protocolli, sin qui abbiamo rispettato ogni direttiva. Se a giugno non si può ripartire, come si può pensare di ripartire ad agosto-settembre?».

GLI ARBITRI – «Ci sono stati dei provvedimenti nebulosi. Non manderò gli arbitri a rischiare se non c’è sicurezza ma loro possono allenarsi come singoli? L’ultima disposizione Uefa, che chiede una definizione dei campionati entro il 3 agosto, non è casuale, proprio in quel periodo sarebbe dovuta iniziare la preparazione degli arbitri».

SICUREZZA – «Ora è il tempo delle decisioni. Non si sta parlando poi dei dilettanti, della B o della C. Anche lì abbiamo tanti arbitri e atleti. Oggi probabilmente non ci sono le condizioni per ricominciare e mi domando: cosa cambierà a settembre-ottobre per farci riprendere in sicurezza? Non cambierà niente. Dunque bisogna provare a ripartire, se ci sarà un semaforo rosso ci si fermerà di nuovo».

Advertisement