Juventus: Pinsoglio dal doppio fallimento al record

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

La storia del portiere della Juventus, Carlo Pinsoglio, protagonista durante i festeggiamenti Scudetto con un dito medio verso Napoli

Carlo Pinsoglio non è ancora sceso in campo in questa stagione con la maglia della Juventus ma Massimiliano Allegri, nel corso della sua intervista dopo la vittoria dello Scudetto, ha voluto ringraziare il terzo portiere bianconero, prendendo da esempio il suo comportamento nel corso della stagione. Il portiere classe ’90, tornato alla base dopo un doppio fallimento, si è preso una bella rivincita, vincendo lo Scudetto con la Juventus e sabato contro l’Hellas Verona, in occasione dell’ultima di Gigi Buffon, potrebbe avere una grande chance nel finale.

Il portiere bianconero però non vanta solo uno Scudetto nel curriculum, ma anche due retrocessioni dalla B. L’estremo difensore, protagonista in negativo con il dito medio verso i tifosi napoletani nel corso dei festeggiamenti Scudetto, nel 2016 ha vissuto un brutto momento: una sua papera contro il Lanciano è costata la retrocessione al Livorno e fu circondato e aggredito da alcuni ‘tifosi’ livornesi. L’anno scorso la retrocessione dalla B alla C con il Latina. Una doppia retrocessione e poi la gioia, senza mai scendere in campo, con la Juve che lo ha richiamato in estate in quanto prodotto del vivaio: questa la parabola di Carlo Pinsoglio.