Sarri sul Cagliari: «In campo con umiltà. Ecco come sta Hamsik»

sarri napoli silenzio stampa
© foto www.imagephotoagency.it

Il tecnico del Napoli, Maurizio Sarri, ha presentato in conferenza stampa il match in programma domani contro il Cagliari. Ecco le sue dichiarazioni

Conferenza stampa di vigilia per Maurizio Sarri, allenatore del Napoli, che ha risposto alle domande dei giornalisti in vista dell’incontro con il Cagliari, valevole per la giornata numero 35 di Serie A. Così Sarri: «A Roma non manca serenità, hanno un punto in più di noi, a loro non manca nulla. Noi dobbiamo continuare a fare punti e a crederci come abbiamo fatto sin qui. Per noi sarebbe importante arrivare secondi, due volte di fila è arrivato nel ciclo più importante della storia del Napoli. Il 5-0 dell’andata? E’ un problema perché loro non hanno più nulla da chiedere e stanno facendo bene. Dovremo scendere in campo con umiltà, determinazione e cattiveria mentale. Finale di Champions tra Juve e Real? Noi le abbiamo affrontate entrambe, affrontare le due finaliste in due manifestazioni diverse è una possibilità su un miliardo, è casuale però è anche la dimostrazione che abbiamo fatto bene anche lì contro squadre che sono al top nel mondo. Siamo stati in partita con entrambe, significa che siamo in crescita. Ritirare la maglia numero 10? Non ho mai sentito Totti dire questo. Farei un ritiro temporaneo per poi darlo al Totti futuro perché ritirare la 10 è come togliere un sogno alle generazioni future. Hamsik? Ieri ha fatto gran parte dell’allenamento in gruppo, per il dottore non ci sono grandi rischi, vedremo domani. Koulibaly? Tonelli si allena da poco, Maksimovic e Chiriches ci danno garanzie. Regalo a Mertens per il compleanno? Deve iniziare a farlo lui, poi penseremo alla festa giusta. Zielinski? E’ un potenziale fuoriclasse. Ghoulam e Strinic? Potrebbero alternarsi».