Il sindaco di Portici nella bufera: «Mazzoleni è comandato dalla Fiat-Juventus» – FOTO

Il sindaco di Portici nella bufera: «Mazzoleni è comandato dalla Fiat-Juventus» – FOTO
© foto www.imagephotoagency.it

Enzo Cuomo, attuale sindaco di Portici, ha attaccato la Juventus su Facebook nel post-partita di ieri sera lamentandosi di Mazzoleni – FOTO

Non è passato inosservato il post scritto su Facebook dal primo cittadino della città di Portici, Enzo Cuomo. Il sindaco della cittadina campana ha sfogato la sua rabbia su Facebook nel dopo partita di InterNapoli. E l’ha fatto lamentandosi dell’arbitraggio ingiusto (secondo lui) di Mazzoleni nel big match di ieri sera. Su Facebook il sindaco ha pubblicato un post, rimosso dopo pochi minuti, nel quale usa toni decisamente eclatanti. Ecco cos’ha scritto nel post iniziale: «Un grande Mazzoleni in formato FIAT bissa Pechino, inventa un fallo di Koulibaly e poi lo espelle condizionando il finale di partita. A Milano si consuma l’ennesima vergogna del calcio italiano con una designazione provocatoria e premeditata di un arbitro palesemente filojuventino».

«Il peggio Allan della stagione ed un Insigne sbiadito e svogliato mettono in grande difficoltà il centrocampo azzurro nel primo tempo tenuto a galla da una grande prova della difesa azzurra. Meglio la ripresa della squadra azzurra che con un po’ di fortuna avrebbe potuto vincere la partita persa in un finale nervoso provocato da un arbitro palesemente in malafede che ignora i cori razzisti contro i napoletani e gli insulti razzisti a Koulibaly espellendolo e violando clamorosamente le regole federali. Sbagliato non ritirare la squadra azzurra dal campo dopo i primi insulti razzisti. Da vergogna i commenti di Canessa Adani e tutte questi prezzolati di Sky. Un’altra vergognosa pagina del calcio italiano con questi pupi della FIGC mossi dai pupari della FIATJUVENTUS». Dopo pochi minuti, il sindaco ha cancellato il post scrivendo che «Ho cancellato il post perché ho esagerato nei toni e men ne sono reso conto ma le ruberie della Juventus sono sentenziate nei tribunali e tu sei grande munnezza. Poi continua rispondendo ad un utente su Facebook: “Senti cogl***cello, tu non mi conosci, prima informati con chi e di chi stai parlando ed adesso non mi rompere più i cog****i».