Zeman si presenta a Pescara: «Serie A? Campionato già chiuso a Natale»

zeman
© foto www.imagephotoagency.it

Zdenek Zeman è ufficialmente il nuovo allenatore del Pescara. Il tecnico è stato presentato quest’oggi in conferenza stampa: le sue parole e le ultimissime notizie

Zdenek Zeman torna a Pescara. Il tecnico boemo dopo l’esperienza nel 2011/2012 che si è conclusa con la promozione in A degli abruzzesi dopo 19 anni, torna sulla panchina del club pescarese. Il tecnico prenderà il posto di Oddo ed è stato presentato quest’oggi in conferenza stampa: «Sono qui perché dicono che devo qualcosa a Pescara. Non sono pentito della mia scelta, nessuno avrebbe rifiutato la Roma. Spero che la squadra riesca a seguirmi dobbiamo fare qualcosa in termini di punti. Abbiamo 14 partite da giocare, penso al presente ma anche al futuro. La salvezza è un obiettivo difficile ma noi ci proveremo. Non siamo inferiori a Empoli, Palermo e Crotone ma dovrà dimostrarlo il campo. La squadra è ultima ed evidentemente ha dei limiti. I miei nemici dicono che sono finito? Lo devono dire per forza. Calciatori adatti al mio modo di giocare? Qualsiasi giocatore è adatto, io devo solo scegliere quelli che stanno meglio ma devo stare attento a non farli diventare troppo bravi altrimenti il presidente li vende. Il Pescara di Oddo? Una squadra anche sfortunata. Conosco Caprari, altri ci ho giocato contro. Zampano esterno alto? Lo può fare se gli avversari mi spaventano. C’è tempo per valutare la rosa, non ci sono tanti giovanissimi e la classifica parla da solo ma non voglio fare delle figuracce. Qui a Pescara sono stato bene e spero di trovarmi nuovamente bene. Come ho ritrovato la Serie A? Un campionato praticamente chiuso già a Natale. Tre squadre che si giocano lo scudetto, altre quattro che si giocano l’Europa e tre già retrocesse. Tifosi? La situazione non è semplice ma spero nel loro supporto. Premio salvezza? Mai messo in vita mia!».
CONFERENZA STAMPA ZEMAN: PARLA IL PRESIDENTE DEL PESCARA, SEBASTIANI – Anche il presidente Sebastiani ha voluto dire la sua sul ritorno di Zeman: «Pavone ha chiamato il mister che voleva sapere da me se restavo e lo volevo. Abbiamo messo un minuto e mezzo per ritrovarci. Ora riprendiamo il progetto Zeman interrotto un po’ di tempo fa. Spero che il mister ci faccia divertire e ci permetta di chiudere con dignità. Futuro della società? Se arriva qualcuno che può rendere il Pescara più grande di me ben venga».