Alisson si prende la Roma: «Sicuro del mio potenziale, era solo questione di tempo»

Alisson si prende la Roma: «Sicuro del mio potenziale, era solo questione di tempo»
© foto www.imagephotoagency.it

La Roma, dopo l’addio di Szczesny, ha scoperto il brasiliano Alisson, protagonista di un importante inizio di stagione

Si chiama programmazione, e farla nel modo adeguato, comporta vantaggi a medio-lungo termine. La Roma era ben conscia che Szczesny non sarebbe rimasto ancora nella Capitale e così, lo scorso luglio ha deciso di acquistare Alisson. L’ex portiere dell’Internacional è stato promosso titolare e sta mostrando le sue doti, come sottolinea ai microfoni di Tele Radio Stereo: «Ho dato prova del mio potenziale in Brasile, ho disputato la Copa Libertadores e giocato in Nazionale. Ero sicuro del mio potenziale all’arrivo a Roma, sapevo che sarebbe stata soltanto una questione di tempo».

L’estremo difensore sudamericano poi ritorna sul momento attuale: «Sono molto contento, questo è un momento positivo e speciale per me: gioco con continuità e sono confermatissimo. Penso prima al collettivo, quindi va bene se vinciamo pur subendo gol. Differenze rispetto al Brasile? Qui si lavora di più sotto l’aspetto tecnico, nel mio Paese, invece, più su velocità ed esplosività. Parata più complicata? Sono tutte difficili, ma credo l’ultima contro l’Atletico Madrid: Saul ha colpito di testa e la palla mi è rimbalzata davanti. Var? E’ utile perchè, in caso di dubbi, aiuta a prendere una decisione più sicura».