Allegri: «Il rigore era di Paulo. In Champions non voglio il Real»

Allegri: «Il rigore era di Paulo. In Champions non voglio il Real»
© foto www.imagephotoagency.it

Max Allegri chiarisce l’episodio del calcio di rigore e lancia un dubbio sul recupero di Cuadrado

Max Allegri, allenatore della Juventus, ha parlato al termine del match vinto contro l’Udinese: «Bisogna fare i complimenti ai ragazzi per quello che stanno facendo, anche se ancora non abbiamo vinto nulla. Siamo riusciti a passare il turno di Champions con una grande prestazione e oggi non abbiamo avuto cali di rendimento: sono contento per i vari Marchisio, Sturaro, Rugani e De Sciglio, che rientrava oggi, che hanno fatto tutti bene. Mancano ancora molte partite e c’è bisogno di tutti».

Il tecnico bianconero poi esalta le virtù della sua squadra: «La forza di questa squadra è la compattezza, la disponibilità di tutti al sacrificio e la consapevolezza che il percorso è ancora lungo: il nostro obiettivo è di alzare sempre l’asticella e la squadra lo sta facendo. Dybala? Il riposo forzato gli ha fatto più che bene, gli ha dato la giusta spinta, e sono contento anche delle prestazioni di Higuain e Mario».

Sul rigore sbagliato: «Avevo detto che doveva batterlo Paulo, potevamo chiudere la partita, ma può succedere e comunque Gonzalo si è rifatto con l’assist nel 2 a 0: al momento ne hanno sbagliati due Higuain e due Dybala, sono pari». La pressione ora è sul Napoli: «Mi è piaciuto giocare alle 15, così stasera si può cenare tranquillamente: guarderò la partita e spererò che il Napoli non faccia risultato, mi sembra normale visto che sono in lotta con noi». Allegri poi si esprime su un possibile incrocio con il Real Madrid: «Assolutamente no, è la candidata numero uno a rivincere la Champions, sono unici nel gestire questa competizione. Stagione finita per Cuadrado? Vedremo»