Allegri vuole più gol: la Juventus e la priorità attacco

Allegri vuole più gol: la Juventus e la priorità attacco
© foto www.imagephotoagency.it

La Juventus ha vinto solo due degli ultimi sei scudetti col miglior attacco: adesso per Allegri la priorità diventa segnare di più

Difesa di ferro, attacco da migliorare. Lo sa bene Massimiliano Allegri, che con la Juventus ha vinto tre degli ultimi sei scudetti di fila conquistati dai bianconeri. L’allenatore livornese lo ha ribadito anche negli Stati Uniti: «Segnare di più, soprattutto in Champions». La batosta nella finale di Cardiff col Real Madrid è servita a cambiare gli orizzonti in casa bianconera, fattore che si è ripercosso anche in chiave mercato: Douglas Costa e Bernardeschi, fiori all’occhiello in entrata alla Juve, abitano nello stesso ‘condominio’, la trequarti. Come scrive La Stampa, una zona del campo che Allegri vuole riempire di qualità e idee. Certo, questo non significa che la fase difensiva sarà ignorata, è piuttosto una questione di prospettive e di azzardo. Nelle ultime sei stagioni, coincise con la vittoria di sei scudetti, la Juve ha fatto registrare sempre la miglior difesa, ma solo in due occasioni (2013-2014 e 2014-2015) il miglior attacco. Allegri, che ha sempre messo davanti l’equilibrio di squadra, ha capito che forse in Champions, nei grandi duelli, paga tentare. Da qui: rimpiazzare o meno Bonucci? Manolas e de Vrij i nomi più caldi, ma anche i presenti Benatia, Rugani, Chiellini e Barzagli potrebbero bastare in una difesa a 4. La vera priorità del mercato bianconero resta invece l’arrivo di un centrocampista di peso: Emre Can è il primo nome, ma anche il più esperto Matuidi resta un profilo valido.