Connettiti con noi

Cagliari News

Cagliari, Passetti: «Gli uruguaiani arriveranno solo 24 prima della Samp»

Pubblicato

su

Il direttore generale del Cagliari, Mario Passetti, ha parlato del momento dei rossoblù, avversari della Sampdoria dopo la sosta

Mario Passetti, direttore generale del Cagliari, ha parlato del momento dei rossoblù che, dopo la sosta per le nazionali, sfideranno la Sampdoria. Le dichiarazioni raccolte da centotrentuno.com.

MOMENTO «Questo non è il momento in cui bisogna ragionare troppo, la pausa serve per ritrovarsi e lavorare sulla condizione atletica e mentale, ma soprattutto a Mazzarri per conoscere meglio i giocatori. Nelle ultime due settimane ci si è allenati poco e si è giocato tanto: in queste due settimane, anche se purtroppo non con tutto l’organico a disposizione, saranno fondamentali per ripartire e guardare avanti. Il mercato è stato creativo per tutte le squadre, nell’ultima giornata di mercato ci sono stati tantissimi scambi ed è un qualcosa che ha riguardato tutti, non solo il Cagliari. Sulla condizione atletica preferisco non parlarne più, penso che ci siano diverse condizioni: giocatori arrivati tardi, altri che non hanno potuto fare la preparazione, altri ancora che hanno partecipato a manifestazioni internazionali, quindi le cause son tante. Ora bisogna guardare avanti e rimettersi in sesto».

CLASSIFICA – «Guardarla adesso ha poca rilevanza, essere ultimi o terzultimi probabilmente a inizio ottobre vale poco, per quanto non piaccia a nessuno esserlo. La paura subentra quando vedi che non riesci a vincere le partite come quella con il Venezia, che quando le giochi in fiducia vinci 3-0. È una componente dello sport, ma abbiamo tempo, un allenatore capace e giocatori forti: abbiamo tutto per toglierci fuori da questa situazione, la pausa ci aiuterà parecchio. Gli uruguaiani arriveranno a meno di 24 ore dalla partita con la Sampdoria e stiamo organizzando un volo particolare per loro. Il Cagliari ha tanti giocatori che giocano in nazionale: ci farebbe piacere averli sempre con noi, ma il fatto che siano là vuol dire che sono forti che sapranno recuperare per tempo e mettersi a disposizione della squadra».

LE PAROLE SU SAMPNEWS24