Cairo lancia Torino Channel e blinda Belotti: «Vale 100 milioni»

cairo torino belotti
© foto www.imagephotoagency.it

Cairo presenta il nuovo canale tematico granata, Torino Channel, canale 234 della piattaforma Sky. E parla anche di calciomercato…

Cairo presenta Torino Channel, e trattiene Belotti – 2 febbraio, ore 16.29

Il Presidente granata a margine del lancio dell’emittente tv del suo Torino ha trovato il tempo anche per altre dichiarazioni: «Abbiamo aggiunto una clausola rescissoria valida solo per l’estero nel contratto di Belotti, ma non mi sono impegnato a venderlo in caso di mancato accesso all’Europa League. La clausola di 100 milioni equivale al valore che attribuisco al calciatore. E’ nostro fino al 2021: non ci sono problemi e sarà un attore protagonista nella corsa all’Europa».

Cairo presenta Torino Channel, e non solo… – 2 febbraio, ore 12.39

Urbano Cairo, presidente del Torino, questa mattina ha presentato il nuovo canale tematico Torino Channel che sarà visibile sul bouquet di Sky al canale 234. Il Torino si iscrive dunque all’elenco delle squadre di Serie A con un proprio canale televisivo sul satellite: «Le tre ragioni per cui era giusto fare un canale dedicato sono: la prima è che i nostri tifosi sono così appassionati e vicini al Toro che meritavano un canale dedicato totalmente a loro parlando di Toro a 360°, la seconda è l’importanza di avere un contatto diretto con i propri tifosi, anche quelli che simpatizzano solo per i colori granata, che sono tantissimi in tutta Italia. La terza è che avere in ufficio una voce di sottofondo che parla del Toro, che fa vedere i gol del Toro è una cosa che fa piacere. Era il momento giusto per partire» alcune delle dichiarazioni del presidente Cairo al sito web ufficiale. In occasione della presentazione di Torino Channel, tuttavia, Cairo ha anche tracciato un bilancio della sessione di calciomercato appena conclusa: «Per Baselli abbiamo resistito a offerte di club importanti. Imbula era un calciatore che seguivamo da tempo, ma ha un ingaggio e un costo di cartellino troppo elevato. Di Milinkovic-Savic mi dicono che sia il Donnarumma serbo. Donsah? Il Bologna non lo ha voluto cedere, mentre non penso che l’arrivo di Castro avrebbe cambiato magicamente i risultati».