Connettiti con noi

Calciomercato

Calciomercato Serie A: la calma del Milan, il vortice di Inter e Juve

Pubblicato

su

risultati e classifica premier league

Questa prima fase di calciomercato tra le big in Serie A sta rimarcando la differenza di strategia tra il Milan campione e le rivali Inter e Juve

L’inizio scoppiettante del calciomercato in Serie A promette un’estate bollente, non solo per le temperature. In questo senso stride parecchio il confronto tra le big del nostro calcio: le giornate frenetiche di Inter e Juve in controtendenza con la calma serafica di casa Milan.

Sarà la serenità da campioni d’Italia o forse più probabilmente la programmazione impeccabile impostata da Maldini e Massara. La priorità della nuova proprietà rossonera è intanto rinnovare i due dirigenti artefici dei successi (ma quanto ci vuole oh…), poi andare a rifinire la rosa a disposizione di Pioli.

Ma i nomi sono sostanzialmente sempre quelli, cristallizzati da mesi in attesa di affondare il colpo. Botman per la difesa, Renato Sanches per il centrocampo, De Ketelaere per la trequarti e Origi per l’attacco. Giovani e di prospettiva, in perfetta sintonia con il recente passato.

Tutto il contrario di quel che stanno facendo i cugini nerazzurri, alle prese con i “colpi gobbi” Lukaku e Dybala e con le trattative chirurgiche per i vari Asllani, Bellanova o Cambiaso, per un ricambio generazionale che sarà intenso.

Ma soprattutto è vorticoso il mercato in uscita, con un giorno sì e l’altro pure a mettere in discussione la permanenza dei big di Simone Inzaghi. Ora sono i momenti caldi di Skriniar, sempre più probabile primo (ma davvero ultimo?) sacrificato. Domani chissà.

E che dire della Juve, alle prese con l’inseguimento a Di Maria e Kostic ma con il complicatissimo caso Morata da risolvere e quel Kean ormai più grana che altro.  Per non parlare dei fardelli infiniti, da Alex Sandro a Ramsey, passando per Rabiot. Se non altro il Pogback si materializzerà ai primi di luglio per far ritrovare il sorriso a Max Allegri. Ma chiarezza di idee e programmazione sono un’altra cosa.