Closing Palermo, ritardo ‘fisiologico’: le ultime

baccaglini palermo
© foto Palermo Calcio

Closing Palermo, il ponte del primo maggio crea qualche problema con le banche: ritardo ‘fisiologico’ – 30 aprile, ore 16.45

Closing Palermo, piccolo slittamento per il passaggio del club da Zamparini a Baccaglini ed il suo fondo. Come riporta Il Giornale di Sicilia, oggi era previsto l’arrivo del via libera ma il ponte del primo maggio ha creato qualche problema con le banche: Baccaglini deve presentare ancora alcuni documenti per risolvere la pratica, ma questo ritardo ‘fisiologico’ rimanda la chiusura di qualche giorno. L’obiettivo del fondo, sottolinea il quotidiano, è quello di non andare oltre la prossima settimana.

Closing Palermo, martedì attese le firme

Closing Palermo in dirittura d’arrivo. Tutto praticamente definito e firme attese per martedì, quando, come riporta il Corriere dello Sport, le quote azionarie della società rosanero passeranno da Maurizio Zamparini alla società di Paul Baccaglini. Cavilli burocratici hanno fatto slittare l’operazione finale di qualche giorno, ma ormai nessun dubbio è più legato al passaggio di proprietà. Baccaglini e la YW&F Global Limited diverranno proprietari del club rosanero mettendo fine alla quindicennale esperienza di Zamparini. Il quale, almeno per i primi mesi, punterà a restare come consulente. Baccaglini, intanto, ormai appurata la retrocessione in Serie B (che può essere matematica domani contro la Fiorentina), ha già parlato di progetti importanti. Verranno stilati un ds, uno staff tecnico a servizio di un allenatore con esperienza nel campionato cadetto. Poi, verranno i calciatori. Tra i nomi in lizza per la panchina ecco Reja, Iachini e Nicola.