Consiglio Federale, cori razzisti: squadre fuori al secondo richiamo. B a 20 squadre

Consiglio Federale, cori razzisti: squadre fuori al secondo richiamo. B a 20 squadre
© foto www.imagephotoagency.it

Oggi si è tenuto il Consiglio Federale. Novità in arrivo per i cori razzisti e anche per la Serie B e la Serie C: le ultimissime

Grandi novità in arrivo per il mondo del calcio. Oggi si è tenuto il Consiglio Federale che apporterà delle modifiche al nostro calcio. Si cambia in Serie B, in Serie C ma non solo. Cambia la procedura per la sospensione temporanea delle partite in caso di cori razzisti. La Figc ha ridotto il numero di richiami necessari per lo stop temporaneo al match: al primo richiamo le squadre si raduneranno in mezzo al campo, al secondo richiamo, anziché al terzo come era previsto in precedenza, le squadre torneranno negli spogliatoi, fermo restando che l’autorità competente per la sospensione delle partite sarà sempre il responsabile per l’ordine pubblico. Il consiglio federale ha inoltre ratificato la nomina di Demetrio Albertini come nuovo responsabile del settore tecnico della Figc, prendendo il posto di Gianni Rivera. Si cambia anche in Serie B: dal 2019/2020 il campionato cadetto sarà a 20 squadre. Le promozioni dalla C saranno 5.

Questo il comunicato ufficiale: «All’esito del Consiglio Federale tenutosi in data odierna è stata deliberata la modifica del format della serie B che dalla stagione 2019/2020 sarà composta da 20 club. Tale modifica è stata accompagnata da una norma transitoria che prevede per la stagione 2018/2019 una promozione in più per le società di Lega Pro al fine di integrare il numero delle società di serie B, attualmente a 19. Per la corrente stagione pertanto, le promozioni dalla Lega Pro alla serie B saranno 5, mentre le retrocessioni dalla Lega Pro alla Serie D diminuiranno a 7. Il mandato che le società di Lega Pro avevano affidato nell’assemblea dello scorso 17 dicembre al Presidente Ghirelli, al fine di vedersi parzialmente risarciti del grave danno patito lo scorso agosto, è stato portato a termine con successo.

«Nel corso della riunione sono state altresì deliberate una serie di norme che permettono una fondamentale abbreviazione dei termini per assumere il provvedimento di esclusione dal Campionato di Serie C per quelle società che non hanno provveduto alla sostituzione delle fideiussioni Finworld e che non provvederanno entro il nuovo abbreviato termine al versamento della sanzione di € 350.000 che gli organi di giustizia commineranno. Nel contempo è stata altresì data delega al Presidente Gravina per l’avvio al procedimento di revoca dell’affiliazione ex art. 16 comma 4 per le società Matera e Pro Piacenza».