Dani Alves via dal Barcellona per nuove sfide: «Non mi sentivo più a mio agio»

Dani Alves via dal Barcellona per nuove sfide: «Non mi sentivo più a mio agio»
© foto www.imagephotoagency.it

Dani Alves, terzino della Juventus, si è concesso ai microfoni alla vigilia del match di Champions League contro i suoi ex compagni del Barcellona

A poche ore dalla supersfida di Champions League tra Juventus e Barcellona a parlare è il grande ex dell’incontro: Dani Alves. Il terzino brasiliano, dopo aver vinto tutto in blaugrana, è stato ingaggiato in estate dai bianconeri e ora è pronto per sfidare il suo passato. Queste le dichiarazioni rilasciate a Fifa.com: «Per tantissimi anni ho giocato con la stessa squadra e con gli stessi compagni, ma le nuove esperienze mi eccitano più di qualsiasi altra cosa per questo motivo sono andato alla Juventus». Sui bianconeri: «Con il nuovo club e in generale in Italia è tutto diverso. All’inizio è stato strano ma come detto mi sono sempre piaciute le sfide. Al Barca sinceramente non mi sentivo più a mio agio, le cose erano cambiate a livello societario. Ero sempre etichettato come quello che doveva andare via e alla fine mi sono stancato, così ho deciso di prendere un’altra strada per ritrovare la felicità». Sui blaugrana: «Al Barcellona manco molto, penso che lì mi abbiano apprezzato sia come professionista che come persona, portavo gioia all’interno di tutto l’ambiente. Mi hanno confessato infatti che la cosa che più gli manca di me è il mio modo di essere. In Italia i compagni di squadra sono forse un po’ più seri, ma io non cambio mai e penso di avere ancora molto da dare per la causa Juve». Sui compagni di difesa: «Giocare con gente come Buffon, Bonucci, Chiellini e gli altri è un piacere. Sono delle leggende del calcio, dei giocatori eccellenti. Normale in Italia dove la fase difensiva conta moltissimo, e in questi mesi ho dovuto compiere un importante passo in questo senso».