De Boer sull’Inter: «Tre mesi sono sembrati un anno»

Esonero de Boer ufficiale
© foto www.imagephotoagency.it

L’ex tecnico dell’Inter, Frank de Boer, torna sulla sua esperienza in nerazzurro: «E’ stato tutto molto difficile»

A due mesi dall’addio all’Inter, Frank de Boer è tornato a parlare dell’esperienza in nerazzurro ai microfoni del De Telegraaf: «Di certo non volevo che andasse in questo modo. Quest’esperienza mi ha tolto tante energie: tre mesi mi sono sembrati un anno. Ho cominciato ad allenare la squadra ad una decina di giorni dall’inizio della stagione, in seguito ho dovuto superare la barriera linguistica. E’ stato tutto molto complicato. La preparazione l’abbiamo fatta durante il campionato. Speravo che il club mi desse più tempo, almeno era questa l’idea all’inizio, dato che i dirigente sapevano che non ero un tecnico da progetto a breve termine».
L’OLANDESE CONTINUA«Se la mia figura esce danneggiata da questo esonero? No, per niente. Sapevo fin dall’inizio che questo sarebbe stato un progetto molto difficile. L’Inter resta un top club mondiale e se avessi avuto successo, sarebbe stato davvero bello. Quindi non credo che io sia stato danneggiato. Dopo due giorni dal mio addio ho ricevuto delle offerte, ma ho deciso che ricomincerò ad allenare dalla prossima stagione. Quattro o cinque squadra mi hanno cercato, ma ho scelto per me stesso. Credo che aspetterò fino a maggio».