Fiorentina, Dalbert: «Ho paura per tutti. Il calcio? Sarà diverso»

Dalbert Coronavirus
© foto www.imagephotoagency.it

L’esterno della Fiorentina Dalbert ha rilasciato una lunga intervista ai microfoni de La Gazzetta dello Sport per analizzare l’emergenza

L’esterno della Fiorentina Dalbert ha rilasciato una lunga intervista ai microfoni de La Gazzetta dello Sport per analizzare l’emergenza che sta attraversando il nostro paese:

«In questo momento provo tantissimo dolore e incredulità. Non nascondo di avere anche paura. L’Italia è un Paese fantastico, con un sistema sanitario eccezionale, eppure c’è questa situazione tragica con più di seimila morti».

FUTURO – «Sarà tutto diverso perché queste situazioni ti fanno capire che ci sono priorità e valori molto importanti nella vita. Il presidente è fantastico, l’ho detto sin dal primo giorno. Lui è come un padre per noi, ci fa sentire sempre la sua vicinanza poi è una persona dal cuore grande».

FIORENTINA – «A Firenze sto bene, mi piace la città e la società ha obiettivi ambiziosi. Il presidente Commisso ha già fatto grandi investimenti. Chiesa e Castrovilli? Eccezionali. Ci mettono un’intensità impressionante nel lavoro quotidiano e in partita sono una delizia per gli occhi. È un piacere averli in squadra, sono un valore aggiunto».