Gasperini ha ragione, quella di Ienca è una sceneggiata: episodio simile in Torino-Parma 

Gasperini ha ragione, quella di Ienca è una sceneggiata: episodio simile in Torino-Parma
© foto Valentina Martini

Dopo lo scontro con Gasperini, spunta un precedente simile per Massimo Ienca in Torino-Parma del 2007: anche in quell’occasione ci fu una sceneggiata 

Lo scontro GasperiniIenca di ieri pomeriggio nel corso di SampdoriaAtalanta è stato senza dubbio l’episodio clou della domenica sportiva. L’allenatore dell’Atalanta, Gasperini, dopo esser stato allontanato dal campo si è infatti scontrato con il segretario generale della Samp, Massimo Ienca nel tunnel che porta allo spogliatoio. Le telecamere hanno ripreso la scena che dimostra come Gasperini allunghi le mani verso Ienca che, a sua volta, cade a terra. Nel post gara, Gasperini ha spiegato come sia stata tutta una sceneggiata e che l’avrebbe solamente toccato. E se Gasperini avesse ragione? Se si fosse trattato solo di una sceneggiata come quelle che si vedono in campo tra giocatori? Non ultima quella di Dzeko nel corso di PortoRoma in uno “scontro” con Pepe.

A far pensare a tale ipotesi non c’è solamente il precedente relativo a TorinoGenoa del 2009, gara in cui Ienca, allora segretario generale dei granata, fu coinvolto e sanzionato per scontri post partita con i giocatori del Genoa, allenati proprio di Gasperini. Ma ce n’è anche un altro. L’episodio in questione riguarda la partita tra Torino e Parma di Serie A del 2007. In quella circostanza, l’allenatore dei granata, Walter Novellino, venne sanzionato per 10.000 €  per «essersi introdotto, pur essendo squalificato, prima dell’inizio della gara, nello spogliatoio riservato alla propria squadra permanendovi nel corso del primo tempo ed uscendone nell’intervallo, presumibilmente nascosto in un voluminoso contenitore utilizzato dal magazziniere per il trasporto degli indumenti di gioco dei calciatori».

Tra gli autori di questa sceneggiata ci fu proprio Massimo Ienca che infatti venne anch’esso sanzionato di 5.000 € per «aver ostacolato, con pretestuosi atteggiamenti, l’attività di controllo dei collaboratori della Procura Federale, impegnati a verificare la presenza negli spogliatoi di Walter Novellino». Insomma, si tratta di episodi che fan capire come Ienca non sia nuovo ad atteggiamenti provocatori di questo tipo.