Connettiti con noi

Atalanta News

Gasperini: «Valencia? Polemica offensiva e brutta. Sulla ripartenza del campionato…»

Redazione CalcioNews24

Pubblicato

su

Atalanta Gasperini

Gian Piero Gasperini ha parlato ai microfoni di Sky Sport rispondendo alle accuse lanciate dal Valencia. Le sue parole

Gian Piero Gasperini ha parlato ai microfoni di Sky Sport rispondendo sia alle accuse lanciate dal Valencia e sia commentando la ripresa del campionato. Le sue parole.

VALENCIA – «Una polemica molto offensiva. Ho rispettato i protocolli, sono stato in quarantena. A maggio con i sierologici è venuto fuori che avevo avuto il virus. Partito da Bergamo sto bene, poi il giorno dopo ho avuto dei problemi. Suppongo che sia stato questo ma non ne sono sicuro. Questa è una polemica offensiva e brutta».

BERGAMO – «Per quanto ci riguarda la spinta sarà molto forte. La stagione era entusiasmante che è stata spezzata da una tragedia che ha riguardato particolarmente Brescia e Bergamo. L’abbiamo subito come tutti quanti, in Italia come nel mondo. Per questo certe polemiche fanno ancora più male».

SENZA TIFOSI – «Giocare senza pubblico toglie tantissimo al calcio. È un esigenza per far ripartire il calcio, che è un industria. Sarà un calcio diverso ovviamente. Le 5 sostituzioni sono una novità, come il fatto di giocare con temperature alte. È così per tutti, non dobbiamo cercare alibi».

CHAMPIONS – «Ci sarebbe piaciuto giocare in stadi storici pieni di pubblico. Le nostre motivazioni sono fortissime, ma adesso il livello è altissimo. Il campionato è un test fondamentale, dobbiamo mantenere la posizione che abbiamo in classifica in modo da partecipare alla Champions il prossimo anno».

CITTÀ BERGAMO – «Ho un legame molto forte con la città già prima del COVID-19. C’è tutta la volontà di continuare a vivere un momento che si è incredibilmente interrotto portando grandi dolori e morti».

FESTA – «Speriamo di poterla fare comunque a prescindere. Vorrà dire che sarà ripartito del tutto, dobbiamo aspettare che il virus venga debellato del tutto ma speriamo che potremo festeggiare presto».

Advertisement