La Juventus beffa l’Inter nella corsa Scudetto – 5 maggio 2002 – VIDEO

Il 5 maggio 2002, l’Inter capolista crolla clamorosamente contro la Lazio, regalando lo Scudetto ai rivali della Juventus

Per i tifosi bianconeri, il 5 maggio 2002 non è una data come le altre, ma un evento indimenticabile destinato a rimanere nella storia della Juventus e del calcio italiano. Quel giorno, infatti, va in scena uno dei ribaltoni più clamorosi mai visti in Serie A. Le due rivali di sempre, Inter e Juventus, arrivano a contendersi il titolo all’ultima giornata di campionato, con i nerazzurri in testa alla classifica di un solo punto sulla compagine torinese.

La partita della Juventus

I bianconeri, che negli ultimi impegni sono riusciti a ridurre sensibilmente un distacco che pareva incolmabile, si presentano per l’ultimo atto in trasferta ad Udine, mentre i nerazzurri devono superare il duro ostacolo Lazio. I biancocelesti sono reduci da una stagione di alti e bassi e non hanno più nulla da chiedere al campionato. Se però contro l’Udinese la Juventus riesce a chiudere rapidamente la pratica grazie ai gol di Trezeguet e Del Piero, per l’Inter le cose si fanno decisamente più difficili.

La partita dell’Inter

Negli occhi increduli dei giocatori della Juventus, aggiornati minuto per minuto di quanto sta accadendo all’Olimpico di Roma, si riflette il dramma sportivo dei nerazzurri. In quei 90 minuti, infatti, accade semplicemente l’impensabile. Dopo essere passata in vantaggio due volte, prima con Vieri e poi con Di Biagio, l’Inter viene rimontata dalla doppietta di Poborski, che al termine dei 45′ porta il match sul 2-2. Nel secondo tempo, Simeone e Simone Inzaghi fissano il risultato sul 4-2 finale che fa gelare il sangue nelle vene dei tifosi interisti.

I bianconeri scatenati per la gioia da un lato e Ronaldo in panchina in lacrime dall’altro, sono le due immagini iconiche di una giornata semplicemente indimenticabile, nel bene e nel male. La Juventus conquisterà quel giorno il suo 26° titolo nazionale.


Il contenuto video fa parte della serie web Almanacco del Calcio, prodotto da Sport Review srl.