Juventus, Rugani: «Coronavirus? Ci siamo spaventati, il peggio è passato»

© foto www.imagephotoagency.it

Daniele Rugani, difensore della Juventus, racconta come ha scoperto di aver contratto il Coronavirus. Ecco le parole del bianconero

Nel corso del collegamento con gli studi di Sky Sport, Daniele Rugani ha spiegato come ha realizzato di aver contratto il COVID-19. Ecco le sue dichiarazioni.

CLICCA QUI PER L’INTERVENTO INTEGRALE DI RUGANI

CORONAVIRUS – «Sto molto bene, di buon umore, il peggio è passato. Ho passato un mese particolare, l’importante è che sia andato tutto bene. Nel male mi ritengo fortunato di aver avuto sintomi leggeri. Due giorni dopo la partita con l’Inter, dopo l’allenamento mi si è alzata la temperatura, mi sentivo strano e avevo più caldo del solito. A casa mi sono misurato la febbre e stava salendo. Per sicurezza ho deciso di andare in ritiro alla Continassa e poi giustamente i dottori hanno fatto il loro lavoro in modo giusto, controllando meglio la situazione. Il giorno dopo la febbre era scesa a 36. Ci siamo spaventati, piano piano ci hanno tranquillizzato i dottori perché la malattia non dava problemi in gravidanza. La situazione è stata in crescendo, ci ha dato forza ed energia positiva. Ci ha aiutato tantissimo».