Lazio, Cragnotti: condanna annullata e nuovo processo per crac-Cirio

Lazio, Cragnotti: condanna annullata e nuovo processo per crac-Cirio
© foto www.imagephotoagency.it

La corte di Cassazione ha stabilito che l’ex patron della Lazio, Cragnotti, dovrà andare nuovamente a processo per il crac-Cirio

La corte di Cassazione ha annullato la sentenza di condanna in secondo grado a 8 anni e 8 mesi di reclusione per Sergio Cragnotti nell’ambito del processo per il crac-Cirio. Gli ermellini, come riportato da Il Fatto Quotidiano, hanno stabilito che l’ex patron della Lazio dovrà essere processato di nuovo nell’ambito della vicenda «Bombril».

Entusiasta il commento alla decisione dei togati da parte dell’avvocato di Cragnotti, il legale Massimo Krogh: «Si tratta di un risultato straordinario per Cragnotti e i suoi famigliari. Come difensori siamo molto soddisfatti perché la Corte d’Appello dovrà rivalutare tutta la vicenda a partire dal capo principale». Confermata invece la condanna a 2 anni e 4 mesi di reclusione – coperti da indulto – comminata al figlio di Cragnotti, Andrea.