Lotito: «Stampa vuole screditare me e Figc»

© foto www.imagephotoagency.it

Il presidente della Lazio risponde con un comunicato su fatti Catania

Attraverso una nota diramata in mattinata, il presidente Claudio Lotito, numero uno della Lazio e consigliere federale della Figc, attacca la stampa e i tentativi di screditare il suo operato e quello della stessa Figc, riferendosi a quanto emerso dall’ordinanza del giudice di Catania, secondo cui il risultato di Catania – Avelino del 29 marzo 2015 non ha trovato conferme circa l’ipotesi di un condizionamento del punteggio da parte di Lotito. Questo il sunto del comunicato diramato dal presidente della Lazio, in riferimento alle notizie diffuse oggi da alcuni organi di stampa avente per oggetto un coinvolgimento del Presidente Lotito nelle vicende oggetto di indagini a Catania per l’inchiesta “I Treni del Gol”, ove è emerso un sistema di compravendite delle partite di Serie B a opera della società di Antonino Pulvirenti.

LA NOTA – Lotito «denuncia all’opinione pubblica l’ennesimo tentativo di certa stampa di screditarlo, e con lui di screditare la stessa Figc» e prosegue: «L’ordinanza del giudice di Catania, alla pag. 468, afferma in modo chiaro che l’ipotesi secondo cui Lotito avrebbe in qualche modo condizionato il risultato della partita Catania-Avellino del 29 marzo 2015 ‘non e’ stata confermata dalla successiva attivita’ di indagine e cozza logicamente con l’eventuale – ma alternativa – consapevolezza, nei predetti indagati, di avere conseguito l’obiettivo tramite l’attivita’ di quegli intermediari ai quali, in seguito, ebbero invece a rivolgersi sistematicamente».