Connettiti con noi

Hanno Detto

Milan, Leao: «Ibra? Mi ricorda di restare umile. Oggi sono più concreto»

Pubblicato

su

Rafa Leao ha rilasciato una lunga intervista a la Gazzetta dello Sport. Ecco le parole dell’attaccante rossonero

Rafa Leao ha parlato alla Gazzetta dello Sport. Le parole dell’attaccante del Milan:

INIZI –  «In quegli anni ho visto di tutto, ho vissuto tra mille difficoltà, il mio sogno era anche quello di molti bambini che non ce l’hanno fatta. Se oggi sono chi sono lo devo a quegli anni, fatti di cose semplici: un pallone, gli amici, gli affetti più cari».

IBRAHIMOVIC – «Zlatan è un campione che non ha mai dimenticato il passato. A me ricorda sempre di restare umile e di lavorare, lavorare, lavorare: solo così puoi fare grandi cose».

CRESCITA – «Prima non ero costante. Magari giocavo un quarto d’ora alla grande, poi mi fermavo o facevo le cose a metà, saltavo l’uomo e sbagliavo il passaggio chiave. Oggi sono diventato concreto, continuo nei 90 minuti, segno di più e faccio più assist. Gioco in una grande squadra, certo, ma ho cambiato il modo di approcciarmi alle partite. Sono più deciso».

CLIC – «Un insieme di fattori. Conosco meglio la Serie A, ho avuto i consigli giusti dai miei e dal mio personal trainer. E non mi è mai mancata la fiducia della società, che mi ha sempre fatto sentire protetto, dei compagni e dell’allenatore».

CONTINUA SU MILAN NEWS 24