Palermo, Antonio Ponte: «Potrei diventare presidente»

Palermo, Antonio Ponte: «Potrei diventare presidente»
© foto www.imagephotoagency.it

Antonio Ponte, proprietario del fondo Raifin, conferma di non essere solo un intermediario e che punta alla presidenza del Palermo

Questa sera il Palermo affronta il Crotone in casa ma la vera notizia è che la squadra del capoluogo siciliano potrebbe davvero cambiare proprietario. Da tempo l’attuale presidente, Maurizio Zamparini, sta cercando di cedere il club ma fino ad oggi non è mai arrivata un’offerta davvero credibile. Negli ultimi anni le vicende del Palermo dal punto di vista societario sono state piuttosto travagliate. L’esempio più lampante è stata la momentanea presidenza di Paul Baccaglini. In quell’occasione Zamparini rifiutò l’offerta per l’acquisto del 100% delle quote ritenendola priva di sufficienti garanzie economiche. Nel futuro del club ora c’è Antonio Ponte, proprietario del fondo Raifin.

Il finanziere svizzero ai microfoni di DAZN ha confermato l’intenzione di diventare il proprietario del Palermo e analizzato lo stato della trattativa in corso con Zamparini: «Vorrei ribadire una cosa, io non sono un intermediario. Sono direttamente interessato a portare un fondo che io rappresento e che mi vuole vedere dentro la società. All’interno della società vogliono un garante, dunque sarò io a farne parte attivamente. Diventare presidente? Possibile, abbiamo questo accordo. Potrei diventare presidente».

Ponte ha una discreta esperienza nel mondo del calcio. L’imprenditore italiano è stato azionista del Siena dal 1999 al 2001 e ha acquistato la Carrarese quando militava in C1. Ponte ha poi lasciato la presidenza del club dopo la retrocessione e nel 2014 ha acquistato il Siena dopo il fallimento della società. Il finanziere ha poi abbandonato la carica dopo aver riportato la squadra tra i professionisti.