Pace Lotito – Pallotta: «Abbiamo parlato in cispadano»

87
lotito lazio
© foto www.imagephotoagency.it

Lazio – Roma: incontro Lotito – Pallotta per sancire la pace dopo mesi di tensioni. Appena qualche mese fa il numero uno biancoceleste ci era andato giù duro coi giallorossi: da Sabatini alle frasi sugli investimenti

Dopo mesi di tensioni, alla fine, Claudio Lotito e James Pallotta hanno fatto la pace. Il presidente della Lazio e l’omologo della Roma si sono incontrati in un ristorante, il De Russie, martedì scorso, davanti a diversi testimoni: sono rimasti qualche minuto a chiacchierare amabilmente e, alla fine, si sono stretti la mano. A confermare lo stesso Pallotta, come riporta Il Corriere dello Sport: «È stata una conversazione piacevole e veloce, Lotito era tranquillo e non c’è stata alcuna tensione – le parole del numero uno giallorosso – . Abbiamo parlato in inglese e Claudio ha capito tutto». Lotito non conferma, ma non smentisce: «Incontro tanta gente, soprattutto dei miei colleghi… Con il presidente della Roma c’è sempre stata massima correttezza, sono i giornalisti che parlano di conflitti che non esistono. I nostri rapporti sono positivi. In che lingua abbiamo parlato? In cispadano».

LAZIO – ROMA: LOTITO VS. PALLOTTA, CHE TENSIONI! – Che i rapporti tra i due presidente capitolini siano sempre stati ottimi, a dire il vero, non è per nulla vero: a luglio Lotito aveva accusato il direttore sportivo della Roma Walter Sabatini di aver suggerito a Marcelo Bielsa di rifiutare la Lazio a contratto già firmato, poi aveva criticato durante le condizioni economiche della società giallorossa. Lo ha rifatto pure qualche settimana fa, per pura provocazione, parlando degli investimenti non felicissimi della Roma degli ultimi anni.

Michele Ruotolo
Classe '88, capo-redattore e responsabile editoriale di Calcionews24. Spesso mi contraddico.
Condividi
Articolo precedente
berardi sassuolo mapei stadiumParadosso Sassuolo: vince col Mapei Stadium deserto
Prossimo articolo
Euro Roma 2020Tavecchio: «Bene la vittoria dell’Inter, mi sta simpatica»