Connettiti con noi

Almanacco del Calcio

Nasce Andrea Pirlo, per tutti semplicemente “Il Maestro” – 19 maggio 1979 – VIDEO

Pubblicato

su

Il 19 maggio 1979 a Flero nasce Andrea Pirlo, il ragazzo che per il calcio mondiale diventerà semplicemente “Il Maestro”

Dici “Il Maestro” e pensi a lui, in mezzo al campo a dipingere calcio. Lui, naturalmente, è Andrea Pirlo, nato a Flero il 19 maggio 1979. Classe a quintali scoperta da Mazzone ai tempi del Brescia, intravista negli anni tra Inter e Reggina, quindi esplosa dal 2001 in poi al Milan, club nel quale resterà per ben per dieci stagioni.

In rossonero Pirlo vince praticamente tutto, compreso uno scudetto, due Champions League e una Coppa Intercontinentale. Ma soprattutto, nel 2006, è tra i principali protagonisti della vittoria azzurra al Mondiale di Germania. Rigore calciato e trasformato in finale, contro la Francia, compreso. Nell’estate del 2011 si trasferisce a parametro zero alla Juventus, dove raccoglie quattro scudetti, una Coppa Italia e due Supercoppe Italiane. Prima dell’addio definitivo al calcio trascorre ancora due anni a New York. Deliziando anche lì il pubblico con le sue giocate. Da… maestro, naturalmente.

Allenatore:

Nonostante quanto aveva dichiarato sul finire della carriera agonistica — «non farò mai l’allenatore» — una volta cessata l’attività di calciatore Pirlo torna presto sui propri passi; il 27 settembre 2018 ottiene a Coverciano la qualifica UEFA A, che lo abilita all’allenamento di tutte le formazioni giovanili e delle prime squadre fino alla Serie C, oltreché alla posizione di allenatore in seconda in Serie B e Serie A.

Il 30 luglio 2020 torna alla Juventus per intraprendere la sua prima esperienza in panchina, venendo inizialmente nominato tecnico della Juventus U23, la seconda squadra bianconera militante nel campionato di Serie C; tuttavia l’8 agosto seguente, dopo l’esonero di Maurizio Sarri, viene promosso alla guida della prima squadra. Ancora sprovvisto del patentino UEFA Pro, necessario per guidare club in Serie A, il successivo 14 settembre ottiene l’abilitazione a Coverciano. Sei giorni dopo fa il suo debutto da allenatore, in occasione della vittoria casalinga juventina 3-0 sulla Sampdoria in avvio di campionato; un mese dopo, il 20 ottobre fa il suo esordio anche in Champions League, nel successo 2-0 sul terreno della Dinamo Kiev. Il 20 gennaio 2021 vince il suo primo trofeo da allenatore, aggiudicandosi la Supercoppa italiana dopo avere battuto il Napoli per 2-0 nella finale di Reggio Emilia.


 

Advertisement
Advertisement

Facebook

Advertisement