Bruno Peres si schiera: «Scudetto? Sono contro la Juve». Poi sul futuro di Alisson: «Ho paura»

bruno Peres Roma
© foto www.imagephotoagency.it

Il terzino destro della Roma ha parlato della lotta Scudetto, del futuro di Alisson e non solo. Ecco le dichiarazioni di Bruno Peres

Col suo gambone ha salvato Alisson e la Roma contro lo Shakhtar, permettendo la rimonta ai giallorossi nel match di ritorno. Bruno Peres, terzino destro della Roma, dopo un momento difficile, può mettersi il passato alle spalle: «Sono stato anche un po’ fortunato ma di fatto sono riuscito a compiere un salvataggio, una parata decisiva – dice a Premium Sport – Alisson a fine partita mi ha ringraziato: mi ha detto che ho fatto l’intervento del passaggio del turno». Il terzino destro ha poi parlato del suo rapporto con la Capitale: «Alla Roma sono contento. Sono in una grande squadra. Non mi fa piacere giocare poco, è normale, ma devo pensare a dare il massimo».

Il terzino ha poi parlato dello scontro in Champions contro il Barcellona: «Dobbiamo scendere in campo pensando di giocare in 11 contro 11, avere timore non ha senso, a questo punto facciamo prima a non allenarci. Dobbiamo giocare con coraggio. Sono tra i migliori al mondo ma anche loro hanno dei difetti e possono sbagliare». Peres ha poi detto la sua sulla corsa Scudetto schierandosi apertamente con il Napoli: «Ho giocato nel Torino e ora sono nella Roma quindi vado contro la Juventus e dico Napoli». Chiosa finale sul futuro di Alisson: «Diventerà il più forte al mondo. C’è un pochino di paura che qualche squadra lo porti via da Roma, ma questo fa parte del calcio».