Connettiti con noi

Hanno Detto

Caso Serra, Casarin: «Mai visto un arbitro alzare le braccia e chiedere scusa…»

Pubblicato

su

Serra

L’ex arbitro Casarin ha detto la sua sul caso Serra in Milan-Spezia

L’ex arbitro Paolo Casarin, sulle pagine del Corriere della Sera, ha detto la sua del caso Serra in Milan-Spezia.

IL PENSIERO – «Non ho mai visto un arbitro di serie A con le braccia alzate per chiedere scusa ai giocatori. Marco Serra lo ha fatto, come per scaricare un peccato pesante o meglio un bisogno morale. Un gesto spontaneo successivo a un fischio sfuggito e irrimediabile. […] Poco dopo Serra ha cercato di rifugiarsi nel silenzio fitto del suo spogliatoio. Una fuga lenta dal terreno di gioco. Ma la nebbia non era nello spogliatoio; già negli ultimi minuti della gara, sul pareggio, aveva invaso la sua capacità razionale. Ho subito pensato che oggi, anche su un campo da calcio, dobbiamo pensare così veloci da non essere più in grado di distinguere tra il male e il bene oppure tra il fallo fischiato facilmente o il vantaggio ricercato e attuato in silenzio, con uno sforzo supplementare del cervello».