Ceccherini e il feeling con Nicola: «Lui mi ha voluto a Crotone»

© foto www.imagephotoagency.it

Partito da Livorno, Federico Ceccherini ha anche vestito la maglia dell’Italia: «Se avrò un’altra chance, ne sarò felice. In fondo è l’anno del Mondiale…»

Da Livorno a Crotone, passando per la nazionale italiana. Federico Ceccherini può esser più che soddisfatto dei suoi progressi nel calcio, come ha potuto confermare a “Il Corriere dello Sport”: «A Livorno ho trovato Nicola. Ho disputato campionati di B e anche la Serie A, purtroppo culminata nella retrocessione. Poi è arrivata la chiamata del Crotone, grazie anche al tecnico con il quale ho sempre lavorato bene». Già, la Calabria: «Crotone è stata una scelta felice, perché sono stato rilanciato. Devo ringraziare la società, il d.s. Ursino e tutto lo staff tecnico: è stato un rischio, perché venivo da due campionati di B nella norma, senza un rendimento eccezionale. Hanno creduto in me: sono persino arrivato in nazionale».

SOGNI AZZURRI – Lui, che aveva vestito solo quella dell’U-21, spera di rivestire la casacca azzurra: «La nazionale è il sogno di tutti, specie quest’anno che c’è il Mondiale. Credo che nel suo piccolo ognuno debba sperare di poterci arrivare. Devo pensare a far bene con il Crotone, come ho fatto nello scorso campionato: se poi arriveranno altre convocazioni, ne sarò felice». Con Ferrari si era formato un buon feeling, poi il centrale è tornato al Sassuolo: «Adesso però non credo di esser l’uomo-guida: siamo tutti sullo stesso livello, ci sentiamo importanti e titolari». Ripetere il miracolo dell’anno scorso sembra impossibile: «Non si possono far paragoni, perché ci siamo fatti trovare più pronti: abbiamo più esperienza e adesso siamo più squadra. Il mio modello? Uno su tutti, Nesta».