Da Conte ad Allegri, agli outsider Sarri e Giampaolo: all’Inter inizia il dopo Spalletti

Da Conte ad Allegri, agli outsider Sarri e Giampaolo: all’Inter inizia il dopo Spalletti
© foto www.imagephotoagency.it

L’Inter pensa già alla prossima stagione. Il club nerazzurro può cambiare allenatore: piacciono Conte, Allegri, Sarri e non solo

Luciano Spalletti, dopo l’eliminazione dell’Inter dall’Europa League, vede il suo futuro meno roseo o, meglio, meno nerazzurro. Il tecnico non vede all’orizzonte un esonero immediato ma la sua permanenza sulla panchina interista, salvo sorprese, non andrà oltre giugno. Il tecnico andrà via a fine stagione, nonostante un contratto fino al 2021. L’Inter ha deciso di cambiare e in caso di clamoroso ko nel derby, in caso di batosta, potrebbe cambiare anche subito. I nerazzurri però pensano alla prossima stagione e hanno già avviato i contatti con Antonio Conte, ex tecnico di Juve e Chelsea. L’allenatore salentino è favorito sulla concorrenza.

Attenzione però agli outsider. Marotta osserva la situazione Massimiliano Allegri. Il tecnico della Juve ha un contratto fino al 2020 e ha rinviato ogni discorso a giugno ma potrebbe andare via dopo le critiche ricevute. Situazione in evoluzione. Dovessero sfumare Conte o Allegri, le alternative sono Maurizio Sarri o Marco Giampaolo. Più defilata, almeno al momento, l’ipotesi di un ritorno di Josè Mourinho. La famiglia Zhang, che soffre moltissimo le sconfitte, soprattutto quelle europee, ha sempre voluto Antonio Conte e l’ex tecnico del Chelsea resta il favorito. Attenzione però alle mosse della Juve che in caso di addio di Allegri potrebbe clamorosamente richiamare Conte.