Cori discriminatori, Curva Atalanta: «Non accettiamo lezioni. Noi non siamo napoletani» – FOTO

Cori discriminatori, Curva Atalanta: «Non accettiamo lezioni. Noi non siamo napoletani» – FOTO
© foto Calcionews24

Cori discriminatori: dopo il pugno duro annunciato dal presidente Figc, Gravina, la Curva dell’Atalanta prende posizione in vista della sfida col Napoli di lunedì

Cori discriminatori: dopo la linea dura annunciata dal presidente Figc, Gabriele Gravina, il tifo organizzato prende le sue posizioni. In particolare, la Curva Nord Bergamo dell’Atalanta ha diffuso un comunicato di forte critica verso le pene annunciate per determinati cori. Ecco il testo, riportato per intero e diffuso in giornata dal tifo organizzato bergamasco in vista della sfida di lunedì col Napoli:

«Questo comunicato per ribadire il nostro pensiero, che non è mai cambiato e mai cambierà, lunga vita la passione e le rivalità! Non accettiamo lezioni da nessuno sull’argomento, tantomeno da gente incapace persino di organizzare campionati professionisti e da chi nel calcio Italiano ha piazzato dirigenti che hanno definito i calciatori di colore “mangia banane” e le donne calciatrici “handicappate”. Proprio loro per l’ennesima volta vengono a infangare e parlare della parte più vera e passionale del calcio».

«Bergamo ha sempre schifato i cori beceri e gli ululati razzisti.
Bergamo ha dimostrato di essere sempre stata una piazza matura e credibile.
A Bergamo è sempre stata una questione di campanilismo e non di razzismo: ben venga quando sentiamo Bergamasco contadino cantato a gran voce nella maggior parte degli stadi italiani! Ben vengano gli odio Bergamo!
Tutto questo vissuto sulla nostra pelle non ci ferisce, tutto questo non lo reputiamo razzismo ma anzi ci lega semplicemente di più alla nostra terra, ci rende ancor più fieri delle nostre origini. Noi non siamo Napoletani… la cosa è abbastanza evidente per tutti ma non per qualcuno! CURVA NORD BERGAMO».