Daniele Atzori e i cori beceri dei viola a Cagliari: ecco cosa rischia la Fiorentina

Daniele Atzori e i cori beceri dei viola a Cagliari: ecco cosa rischia la Fiorentina
© foto www.imagephotoagency.it

I cori contro Daniele Atzori potrebbero costare caro alla Fiorentina. Ecco cosa rischiano i tifosi viola e la società

Continua a far discutere il comportamento dei tifosi della Fiorentina in trasferta a Cagliari, proprio nella gara dedicata alla memoria di Davide Astori. Daniele Atzori, tifoso dei rossoblù, ha perso la vita nel corso della partita per un malore. Dal settore ospiti sono partiti dei cori beceri che non stiamo neanche a ripetere. La Fiorentina si è scusata e ha preso le distanze ma ora i viola rischiano. Tra oggi e domani è prevista la decisione del Giudice Sportivo e secondo le ultime indiscrezioni, per i viola sarà sanzione certa. Un’ammenda appare scontata ma la pena potrebbe essere anche più severa: si va dal divieto di trasferta ai tifosi gigliati fino alla squalifica dello Stadio Artemio Franchi. I viola non corrono il ‘rischio’ di una penalizzazione in classifica. La Curva Fiesole, nelle ultime ore, ha diramato un comunicato spiegando la propria versione dei fatti.

Questa la nota della Curva Fiesole che di fatto chiede scusa per il coro perché nessuno nel settore ospiti aveva capito la gravità della tragedia che si stava consumando sui gradoni della Sardegna Arena: «Nessuno di noi poteva lontanamente immaginare la tragedia che si stava consumando in quei momenti, chiunque abbia messo piede in uno stadio capirà perfettamente il contesto e la dinamica dei fatti. Sul coro che è stato cantato dal settore ospiti: da quando sono nate le tifoserie, i cori offensivi, anche pesanti, sono stati e sono tutt’ora all’ordine del giorno, il falso moralismo di chi oggi si scopre ‘buon samaritano’ è inaccettabile. Quello che fa la differenza, nel contesto di Venerdì sera, rispetto a centinaia di altre situazioni simili, è che un tifoso ha perso tragicamente la vita. Se solo ci fosse stato il minimo sentore di un epilogo drammatico del genere, i tifosi viola presenti avrebbero fatto silenzio. A chi dice che il settore ospiti ha consapevolmente offeso un uomo che stava perdendo la vita, francamente non sentiamo la necessità di rispondere. La mortificazione che proviamo per il malinteso creatosi è enorme, ma comunque non paragonabile a ciò che in questo momento stanno passando le persone vicine a Daniele».