Inter, Spalletti e Nainggolan spalle al muro: Conte scalda i motori

Inter, Spalletti e Nainggolan spalle al muro: Conte scalda i motori
© foto www.imagephotoagency.it

Inter in difficoltà, in bilico la posizione di Spalletti e di molti giocatori, tra cui Nainggolan (legato a doppio filo al tecnico): Conte candidato numero uno alla panchina nerazzurra

L’ombra di Antonio Conte incombe come non mai su Luciano Spalletti: l’ex tecnico del Chelsea, intravisto ieri addirittura nella sede interista (leggi anche: CONTE ALL’INTER: IL TECNICO È IN SEDE) sarebbe il candidato numero uno a succedere all’attuale allenatore nerazzurro in caso di esonero. Esonero che comunque, è bene specificarlo, non dovrebbe arrivare a stagione in corso, anche se i nuovi preoccupanti segnali mostrati dall’Inter ieri sera contro la Lazio non indurrebbero granché all’ottimismo: Spalletti – secondo le indiscrezioni dei giornali – sarebbe al momento con le spalle al muro, condannato ad ottenere a tutti i costi risultati per salvare la propria panchina. Sfumata la Coppa Italia, restano l’Europa League a la qualificazione in Champions in campionato.

A deprimere ancora di più l’ambiente, le prestazioni di molti giocatori, di fatto ormai con un piede fuori dall’Inter in vista della prossima stagione (da Ivan Perisic in poi) o in bilico nonostante le aspettative riposte a inizio stagione. Può essere il caso di Radja Nainggolan, il cui futuro è legato a doppio filo a quello di Spalletti: l’ex centrocampista della Roma, voluto con forza dal tecnico nerazzurro, finora ha deluso ampiamente stampa, tifosi e società. Anche per lui, esattamente come per Spalletti, il futuro resta molto incerto ed è difficile comprendere cosa potrebbe succedere con un eventuale cambio di guida tecnica.