Connettiti con noi

Hanno Detto

Jorge Costa: «Mou? Chi lo critica non capisce. Lazio Porto? Voto Sergio»

Pubblicato

su

Intervistato dal Corriere dello Sport, Jorge Costa, ha parlato della situazione Mourinho e di Conceicao del Porto in vista della sfida alla Lazio

Intervistato dal Corriere dello Sport, Jorge Costa, ha parlato della situazione Mourinho e di Conceicao del Porto in vista della sfida alla Lazio. Le sue parole:

CRITICHE MOU – «Non le capisco. Dategli tempo e vedete che cosa sarà in grado di fare con la Roma». 

MOU – «E’ l’uomo giusto per qualsiasi squadra ed è ancora il migliore del Mondo. Pensate che il Porto del 2003 fosse una grande squadra? In due anni ci fece vincere Europa League e Champions League. Vedo similitudini con il percorso che sta iniziando a Roma».

MOU IDEE VECCHIE – «Chi dice questo non lo conosce. Se ha accettato questa sfida vuol dire che piano piano costruirà qualcosa di buono anche lì. Quando non si sentirà più all’altezza sarà il primo a farsi da parte. Bisogna seguirlo. La mentalità non è una medicina che trovi in farmacia, si acquisisce piano piano».

SERGIO OLIVEIRA – «Grande giocatore, la Roma ha fatto un acquisto azzeccato. Intelligente e forte, a Roma si è già ambientato».

PORTO – «Credo che abbia qualche chance in più per la qualificazione. Per spirito mi ricorda la squadra del 2003. Poi c’è Sergio (Conceicao n.d.r.) uno dei mie migliori amici nel calcio. Credo avrebbe preferito incontrare la Lazio più avanti, magari in finale».

CABRAL LAZIO – «Grande giocatore. Ricorda Nani, meno tecnico ma più potente. Presto Sarri si accorgerà di avere per le mani un grande talento».

ITALIA-PORTOGALLO – «Tutte e due devono vincere le rispettive prime partite. In ogni caso è un peccato che una delle due non possa andare ai Mondiali. Avrebbero dovuto qualificarsi prima. Per chi tifo? Già lo sapete».