Pairetto durante Napoli-Samp: «Se succede qualcosa, interrompo»

Pairetto durante Napoli-Samp: «Se succede qualcosa, interrompo»
© foto www.imagephotoagency.it

Le presunte parole intercettate dell’arbitro Luca Pairetto nel corso di Napoli-Sampdoria: il riferimento del fischietto era a presunti casi di razzismo nel corso del match?

Napoli-Sampdoria, andata in scena sabato pomeriggio al San Paolo, è stata una delle partite filate via lisce dal punto di vista arbitrale. Il match, senza particolari sussulti, ha visto i padroni di casa imporsi per 3 a 0. Anche sugli spalti tutto sembrerebbe essere andato per il meglio, nonostante le premesse della vigilia che vedevano i supporters blucerchiati nel mirino per via di alcuni presunti cori razzisti intonati nella partita di andata a Genova all’indirizzo proprio di quelli partenopei. Una situazione di cui, probabilmente, sarà stato bene a conoscenza l’arbitro dell’incontro, Luca Pairetto, che nel corso del match avrebbe in qualche modo avvisato le autorità di polizia.

«Se succede qualcosa, io fischio l’interruzione. Poi voi mi dite come andare avanti», le parole – ancora tutte da confermare – del fischieto di gara all’indirizzo degli uomini della polizia intercettate durante la partita e rese note da Calcionapoli24 in queste ore. Il riferimento di Pairetto dovrebbe essere stato alle nuove norme, entrate in vigore proprio la scorsa settimana, riguardanti il razzismo negli stadi che impongono agli arbitri, in condominio con le autorità di polizia, di sospendere immediatamente le gare alle prime avvisaglie di ululati o gesti discriminatori da parte del pubblico, per poi arrivare direttamente all’interruzione definitiva in caso di replica pure una seconda volta di episodi del genere.