Mancini applaude: «Gasperini, un martello. Il mercato? Non cambia nulla»

Mancini applaude: «Gasperini, un martello. Il mercato? Non cambia nulla»
© foto www.imagephotoagency.it

Le parole di Gianluca Mancini in occasione della Junior Tim Cup: dal sogno Champions League dell’Atalanta ai rumors di calciomercato

Gianluca Mancini, difensore 22enne dell’Atalanta, è una delle conferme importanti del campionato di Serie A. Il centrale della Dea in odor di calciomercato è stato intervistato dalla Gazzetta dello Sport in occasione della sua presenza all’oratorio di Dalmine per la settima edizione della ‘Junior Tim Cup’ di fronte a circa 100 bambini: «Stiamo bene, ora testa alla Spal, squadra esperta, da non sottovalutare. Vogliamo i 3 punti per arrivare alla partita col Milan nel migliore dei modi. Tante squadre in pochi punti, campionato equilibrato, soprattutto in zona Europa. L’obiettivo è restare attaccati al gruppone, poi si vedrà. All’andata abbiamo fatto qualche passo falso di troppo. Mancava il gol, non il gioco, sapevamo che prima o poi sarebbe girata. Ora servirà continuità».

Prosegue Mancini nelle dichiarazioni, commentando i rumors di calciomercato e gli endorsement ricevuti: «Il mio nome è caldo in ottica mercato? Qualche gol segnato e sei sulla bocca di tutti. Per me non è cambiato niente, ho vissuto tutto con tranquillità. E poi, scusate, siamo solo a metà stagione. Non ho ancora fatto nulla e il mio presente è l’Atalanta. Qui sono felice, ogni giorno mi alleno con un sorriso a 102 denti. Avanti così, ci sono 4 mesi per sognare… Di Biagio che mi paragona a Beckenbauer? Lo ringrazio, ma ha esagerato! Gasperini? Se ho fatto bene il merito è di compagni e allenatore, un martello che non molla mai».