Le pulci alla Pulce: i numeri di Messi contro le italiane, Buffon e ai quarti

Le pulci alla Pulce: i numeri di Messi contro le italiane, Buffon e ai quarti
© foto www.imagephotoagency.it

In attesa di Juventus-Barcellona, tutti i numeri di Leo Messi con le italiane: i gol, gli scontri con Buffon e Allegri, i gol ai quarti di Champions League

JuventusBarcellona è una sfida tra due mondi differenti, tra due modi diversi di intendere calcio ma che porta a un unico scopo: vincere! Pragmatica e forse poco bella da vedere la Juventus, spettacolare il Barcellona. La Juve ha subito 2 gol in questa Champions League, da Tolisso e da Pareja, e ha la miglior difesa della Champions (l’Atletico Madrid ne ha incassati 4, il Barça ne ha subiti 9). Il Barça ha segnato 26 gol (6 solo contro il PSG) e vanta il miglior attacco della competizione. I due club hanno tanto in comune, nonostante le mille diversità. Un punto in comune è l’attacco sudamericano con Messi, Neymar e Suarez pronti a sfidare Cuadrado, Dybala e Higuain, oltre all’europeo Manduzkic. Proprio Messi sarà l’osservato speciale e non potrebbe essere altrimenti perché parliamo del capocannoniere blaugrana (42 partite giocate in stagione, 43 gol realizzati!), del capocannoniere del campionato spagnolo (27 centri) e della Champions League (11 gol): insomma, il numero 1! Un numero uno…contro un numero uno! La Pulce non ha mai segnato a Gigi Buffon nel corso della sua carriera. Il portierone bianconero è l’unico grande portiere al mondo a non aver subito un gol dal giocatore argentino («Non mi ricordavo questo dato. Ho avuto la fortuna di confrontarmi con Leo poche volte e di avere sempre grandi difensori dalla mia parte» ha detto Gigi). Leo e Gigi si sono incontrati nella finale del 2015 e con le maglie di Italia e Argentina ma in tutte le occasioni il numero 10 è rimasto a secco.

MESSI A SECCO NEI QUARTI DA 3 ANNI. I PRECEDENTI CON LE ITALIANE – Messi è rimasto a secco anche negli ultimi 6 quarti di finale disputati! Il fenomeno argentino infatti non è andato a segno contro l’Atletico Madrid nel 2013/2014 (1-0 per i Colchoneros all’andata, 1-1 al ritorno con gol di Neymar) ma anche nelle due successive annate: nel 2015 rimase a secco contro il PSG e lo scorso anno, ancora una volta, contro l’Atletico Madrid che eliminò il Barça di Luis Enrique dalla competizione. Leo non ha avuto, almeno inizialmente, molta fortuna con le formazioni italiane. Nel 2005, il calciatore argentino, ha giocato per la prima volta contro una formazione italiana: l’Udinese. La sfida al Camp Nou si concluse sul punteggio di 4-1 con tripletta di Ronaldinho e gol di Deco, al ritorno, la prima volta in Italia, non giocò e rimase in panchina per tutti e 90 i minuti di gioco. Per vederlo in campo l’Italia deve aspettare il 16 settembre del 2009, contro l’Inter di Mourinho nei gironi. Il tecnico portoghese lo circonda e la sfida termina sullo 0-0. Al ritorno altri 90 minuti in panchina per la Pulce. Sette mesi più tardi Inter e Barcellona si sfidano nuovamente, stavolta in semifinale ma il risultato, per il numero 10 non cambia: nessun gol all’andata, nella sconfitta per 3-1, e nessun gol al ritorno, nell’inutile vittoria per 1 a 0 dei blaugrana. L’ennesimo confronto tra Messi e un’italiana si ha nel settembre del 2011, quando il Barça viene sorteggiato nei gironi contro il Milan, allenato all’epoca da Allegri, ora sulla panchina della Juventus. Finisce 2-2. Allegri gli alza intorno una gabbia composta da van Bommel, Nesta e Thiago Silva. Messi prende un palo su punizione, sarà suo l’assist a Pedro per l’1-1. A San Siro, al ritorno vince il Barça per 2-3 e in quell’occasione arriva il primo gol a un’italiana, su calcio di rigore. Pochi mesi più tardi sarà ancora MilanBarcellona, però ai quarti di finale. A San Siro la gara termina sullo 0-0, al ritorno i catalani vincono per 3 a 1 e passano il turno e Leo Messi lascia la sua firma sul match con una doppietta su rigore.

GLI ULTIMI PRECEDENTI DI MESSI CON LE ITALIANE: MILAN E ROMA – Nella stagione successiva, agli ottavi il Milan ripesca il Barcellona. L’andata è un capolavoro di Allegri: i rossoneri, a sorpresa, battono i blaugrana con il punteggio di 2 a 0 grazie ai gol di Boateng e Muntari e la Pulce rimane a secco. Al ritorno però tutto cambia. Allegri punta su difesa e contropiede e subisce l’imbarçata: finirà 4 a 0 per i catalani con un palo di Niang sull’1-0 che grida vendetta e che avrebbe potuto cambiare la gara. Messi realizza una doppietta nel primo tempo e al 5′ si sblocca su azione contro le italiane, realizzando il primo gol contro una formazione del Belpaese. Il sorteggio rimette di fronte il Milan e il Barcellona di Tata Martino nel girone della Champions 2013/14. A San Siro finisce 1-1 con gol di Messi, al ritorno la sfida termina con il punteggio di 3-1 con una doppietta della Pulce. Il resto è storia recente con il confronto in finale contro la Juventus nel 2015/2016 (come detto, nessun gol) e con la doppia sfida contro la Roma nella passata edizione dei gironi della Champions: 1-1 all’Olimpico con lo straordinario gol di Florenzi da centrocampo e con il roboante 6-1 dei blaugrana con doppietta della Pulce. Questo il bilancio: 17 i confronti tra Messi e un club italiano in Champions League, primi 7 match senza alcun gol, poi prima rete, su rigore, all’ottavo incrocio mentre il primo gol su azione è arrivato solo dopo la dodicesima sfida. Nel complesso 17 incontri e 10 gol, 8 al Milan e 2 alla Roma.