Moviola e Var Milan-Parma: mani di Bastoni, rigore per i rossoneri

Moviola e Var Milan-Parma: mani di Bastoni, rigore per i rossoneri
© foto www.imagephotoagency.it

Moviola e Var Milan-Parma: gli episodi arbitrali più discussi del match valido per la 14ª giornata della Serie a 2018/2019

Moviola e Var Milan-Parma, gli episodi arbitrali della gara valida per il 14° turno della Serie A 2018/2019. A dirigere la partita di San Siro è l’arbitro Gianpaolo Calvarese della sezione di Teramo. Gli assistenti sono Longo e Galetto, Marinelli è il quarto uomo. Al Var ci sono Valeri e Peretti (Avar). Calvarese è alla prima direzione della sfida tra rossoneri e gialloblù: con il Milan, 12 gare arbitrate in carriera (bilancio di 8 vittorie rossonere, 2 pareggi e due sconfitte); il Parma ha invece giocato 8 volte sotto la direzione dell’arbitro teramano con un bilancio negativo di 1 vittoria, 3 pareggi e 4 sconfitte. Pochi gli episodi arbitrali nel corso del primo tempo del lunch-match di San Siro. Al minuto 38 contatto debole Barillà-Kessie in area di rigore, l’arbitro Calvarese è sembrato sicuro nella sua valutazione e ha lasciato proseguire il gioco. Dal Var nessuna indicazione che conferma la scelta dell’arbitro: non è calcio di rigore.

Milan-Parma, regolare il gol di Cutrone

Momenti di suspence e passione anche in occasione dell’1-1 di Patrick Cutrone. L’attaccante rossonero sigla al minuto 54 la rete del pareggio rossonero con una bellissima semi-girata al volo che prima tocca il palo e poi si deposita in porta. Momenti di attesa con Calvarese che attende la conferma del Var per la posizione di Calhanoglu, ma il turco è in posizione regolare e l’arbitro decreta la rete dell’1-1.

Milan-Parma, mani di Bastoni: rigore con il VAR

Altro episodio concitato e discusso al minuto 68. Calvarese interrompe lo sviluppo del gioco poichè viene richiamato dal Var a bordocampo. Nel mirino finisce l’intervento in area di Bastoni sul duello aereo con Cutrone, il difensore del Parma tocca vistosamente con entrambe le mani e Calvarese non ha dubbi: è calcio di rigore. Dal dischetto va Kessiè e realizza il 2-1.