Napoli, il vice Davide Ancelotti: «Mio padre non parlerà dopo la morte di Bucci»

Napoli, il vice Davide Ancelotti: «Mio padre non parlerà dopo la morte di Bucci»
© foto www.imagephotoagency.it

Nel post partita della sfida tra Sassuolo e Napoli, a commentare il match si è presentato il vice nonché figlio di Ancelotti, Davide

Al termine della partita tra Sassuolo e Napoli, l’allenatore degli azzurri, Carlo Ancelotti, non si è presentato ai microfoni di SkySport per rispetto nei confronti della morte di Alberto Bucci. A commentare la sfida e il pareggio del Mapei Stadium, ha così parlato il figlio nonché vice di Ancelotti, Davide. Ecco le sue parole: «Il primo tempo è stato ben fatto, nella ripresa il Sassuolo ha meritato il vantaggio. Loro si sono abbassati, noi abbiamo faticato a trovare gli spazi. Abbiamo avuto la forza di continuare a lottare e riaprire la partita nel finale. Chiriches e Luperto? Hanno fatto bene entrambi, hanno vissuto una gara diversa. Nella prima frazione Chiriches ha dovuto coprire più campo, nella ripresa Luperto ha fatto più controllo. Sono entrambi affidabili».

«Il Mapei Stadium? Io ho vaghi ricordi, avevo sei anni quando mio padre allenava la Reggiana. E’ stato il primo passo da allenatore, importante per lui perché poi ha avuto una carriera piena di successi. Che non è ancora finita, perché vuole continuare a vincere anche in azzurro. Younes? Viene da un grave infortunio, ha recuperato la forma. E’ molto forte, salta l’uomo, crea occasioni uno contro uno. Oggi nello spazio stretto è stato imprevedibile, sarà molto utile in futuro. Per me è pienamente disponibile».