Portanova: “Sono una persona pulita”

© foto www.imagephotoagency.it

Daniele Portanova tende a ribadire la propria estraneità ai fatti, che lo vedono coinvolto nel processo sul caso-scommesse. Il difensore del Bologna si difende ai microfoni della stampa: “Ringrazio la Procura di Bari e la Procura federale per avermi dato modo di raccontare subito la verità: io sono una persona pulita, sono rimasto lo stesso ragazzino che andava agli allenamenti di calcio mangiando pasta riscaldata da un contenitore di alluminio, fiducioso che con impegno e sacrifici sarebbe diventato un giocatore di serie A.  Questa storia, peraltro, mi ha fatto capire quanto si debba stare attenti nella vita, in ogni frangente, specie quando si è trasparenti e lineari: un insegnamento anche questo che infonderò ai miei figli, così come ai miei colleghi più giovani, perchè guardino con fiducia ma sempre con attenzione al mondo che li circonda.