Roma, incidente Bruno Peres: è multa? I precedenti…

Roma, incidente Bruno Peres: è multa? I precedenti…
© foto www.imagephotoagency.it

Roma, incidente Bruno Peres: il brasiliano rischia la multa, ma si difende affermando di non essere lui alla guida della Porsche. Tanti i precedenti, in casa giallorossa ma non solo: da Zebina a Cicinho, poi…

Bruno Peres e l’incidente in Porsche: adesso al brasiliano potrebbe costare tutto molto caro… Quanto successo al terzino brasiliano della Roma ve lo abbiamo già raccontato ieri. In breve: alle 5 e mezza di ieri mattina Peres, dopo aver preso parte ad una cena dell’AIRC con altri giocatori giallorossi, ha incontrato degli amici e, tra una cosa e l’altra, l’incontro ha tirato per le lunghe (decisamente più di quanto la Roma sperasse, pare). All’altezza della Corte di Cassazione Peres, a bordo della sua Porsche, ha centrato un paletto spartitraffico: fortunatamente nessun danno per lui, ma per la macchina sì, visto che l’incidente ha di fatto messo fuori uso la ruota anteriore. Risultato? Il terzino monta sull’auto degli amici e lascia il veicolo lì, prima di essere fermato però dalla polizia locale. La versione del brasiliano è chiara: non era lui a guidare la macchina. Le autorità indagano, ma i giallorossi adesso pensano ad una multa (oltre a quella che dovrebbe già pagare al Comune di Roma). Bruno Peres, è bene dirlo, non era brillo, ma l’episodio resta spiacevole per la Roma: ieri non c’era alcun allenamento, ma il giocatore è stato comunque convocato a Trigoria per chiarimenti. ROMA: INCIDENTE BRUNO PERES, I PRECEDENTI – In attesa di conoscere gli sviluppi della faccenda e, soprattutto, capire se era davvero Peres alla guida della sua Porsche, curioso notare le analogie con un altro caso: anno 2000, Antonio Cassano, allora al Bari, sbatte contro un guard rail a tutta velocità, poi chiama il cugino per fargli dire che c’era lui alla guida (falsità). In casa giallorossa, invece, come non ricordare l’episodio con protagonista Jonathan Zebina nel 2002 che, a bordo della Ferrari intestata al compagno di squadra e connazionale Vincent Candela, si schianta contro i cassonetti dell’immondizia dell’EUR. Qualche anno dopo tocca al brasiliano Cicinho che poi, solo mesi fa, ha effettivamente ammesso di avere problemi con l’alcool seri. In Serie A l‘episodio di rilievo più clamoroso è quello dell’anno scorso in casa Juventus con il recidivo Martin Caceres che, a bordo della sua Porsche, si era schiantato contro dei piloni (era già successo due anni prima, tra l’altro). Tornando a Roma invece, ma su sponda opposta, come non ricordare Keita Baldé, che nel 2014 con una Lamborghini noleggiata ha rischiato la vita…