Connettiti con noi

Calcio italiano

Toldo: «Bello vedere il campionato così combattuto. Complimenti a Inzaghi»

Pubblicato

su

Toldo
Ascolta la versione audio dell'articolo

Francesco ha parlato a Radio 1 durante Radio Anch’Io Sport: le dichiarazioni dell’ex portiere dell’Inter

Francesco Toldo ha parlato a Radio 1 durante Radio Anch’Io Sport. Le dichiarazioni dell’ex portiere dell’Inter

LOTTA SCUDETTO – «Bello vedere un campionato così in battaglia, credo che per i tifosi sia lo sport quotidiano vedere le squadre così vicine. Sono felice per l’Inter perché ha riordinato le idee. Non pensavo che Inzaghi facesse così bene, bisogna dargli merito perchè non era scontato. E’ giusto vedere battaglia in campionato e non solo una squadra che domina».

BUFFON – «Incredibile quello che sta facendo, la motivazione fa tutto. Fisicamente devi essere al top e lui lo è a 43 anni. Io mi sono ritirato a 38 anni perchè non ero più motivato ed ero stanco. Credo che sia il portiere che l’Italia abbia mai avuto, e merita un applauso perché è longevo. Ha una grande motivazione e bisogna dargli merito».

GOL DA CALCIO D’ANGOLO – «Sono angoli sporchi, se fai gol da calcio d’angolo che nessuno intervenga…ma lì ci sono state 2-3 finte. Ma è impossibile fare gol senza che nessuno la tocchi, un portiere viene ingannato ma questo è uno schema collaudato degli allenatori».

MONDIALE 2022 – «Noi siamo specialisti nel crearci problemi. Purtroppo è mancato un gol e dispiace a tutti, andiamo a giocare con positività perché se ci mettiamo pessimismo addosso. Dobbiamo dare sicurezza ai ragazzi e non pensare che non andremo al Mondiale».

TANTI GOL SEGNATI – «Frutto delle regole per aiutare il gioco del calcio ad essere più spettacolare. Credo che ci si faccia l’abitudine, il portiere visto le regole che ci sono si adegua. L’importante è farne uno in più, se ci sono 2-3 gol bene per i tifosi e per il calcio. C’è più spettacolo e meno noia».

EUROPEO 2000 – «Bell’Europeo, siamo arrivati secondi ma è stato un bell’Europeo. Negli sport olimpici vengono festeggiate le medaglie d’argento e di bronzo, bisognerebbe farlo anche nel calcio».