Sala, i risultati dell’autopsia: riconosciuto solo grazie alle impronte digitali

Sala, i risultati dell’autopsia: riconosciuto solo grazie alle impronte digitali
© foto Wikimedia Commons

L’autopsia effettuata sul corpo di Emiliano Sala ha rivelato che l’attaccante argentino è deceduto a causa delle ferite alla testa e al busto

La vicenda di Emiliano Sala non ha portato al miracolo insperato. Il corpo, ritrovato giovedì 7 febbraio nel canale della Manica, è stato sottoposto ad una autopsia. L’analisi ha rivelato le cause della morte: l’attaccante argentino è deceduto a cause di ferite alla testa e al busto. Dopo l’estrazione dal velivolo, Sala è stato riconosciuto soltanto dall’analisi delle impronte digitali.

Intanto, la Air Investigation Branch, dovrà presentare una relazione intermedia sulle cause dell’incidente nelle prossime due settimane, mentre quella completa dovrà essere pubblicata in un periodo che va dai 6 ai 12 mesi. Ancora non è stato ritrovato il corpo del pilota dell’aereo sul quale si trovava Sala, David Ibbotson. La famiglia ha raccolto 140.000 sterline per finanziare il costo di un’operazione di ricerca, che però ammonta a circa il doppio della cifra raccolta.