André Silva poteva andare al Crotone: l’ammissione di Ursino

andré silva porto
© foto www.imagephotoagency.it

Il direttore Ursino svela ai microfoni di Sportitalia: «Vidi André Silva quando era nella seconda squadra del Porto, ma già chiedevano 15 milioni: sapevano che era un fenomeno»

André Silva era già molto considerato e costosissimo a 19 anni, e avremmo potuto già vederlo in Italia. Con che maglia? Quella del Crotone. A rivelarlo è stato il direttore sportivo del Crotone Giuseppe Ursino, ospite ieri sera della trasmissione Sportitalia Mercato, mentre commentava il recente approdo del promettente centravanti portoghese al Milan: «Io l’ho visto a 18-19 anni, mi ha colpito subito la sua tecnica. Cercavamo un centravanti, mio figlio vede questo ragazzo della seconda squadra del Porto e me lo mostra: straordinario. Proviamo a prenderlo e telefoniamo al Porto, ma chiedono 15 milioni di euro: evidentemente sapevano di avere in mano un fenomeno». 

Ursino, che è stato quindi uno dei primissimi estimatori di Silva, ha poi aggiunto: «Per il Milan è un acquisto indovinatissimo. È uno che fa giocare bene la squadra, è l’ideale per il 4-3-3 di Montella». Ma tornando alle vicende di casa Crotone, tiene banco il protagonista assoluto della salvezza eroica raggiunta dai calabresi, Davide Nicola. L’allenatore, che in questi giorni sta facendo parlare di sè per il suo personalissimo giro d’Italia in bici verso Torino come promesso per la permanenza in A, ha chiarito che resterà in Calabria anche nella prossima stagione, e il d.s. dei pitagorici ha concluso: «Il mister è stato tentato dal Sassuolo, ma è stato molto carino e ci ha avvertiti subito. È un grandissimo uomo ed un grande allenatore, presto sarà alla guida di grandi squadre.»

Condividi