Inter, novità in arrivo: due sponsor per i nerazzurri

410
suning
© foto www.imagephotoagency.it

Buone nuove per l’Inter: il gruppo Suning provvederà all’arrivo di un paio di sponsor, ma non solo. Se per il mercato di gennaio si studiano soluzioni, Steven Zhang raggiungerà la squadra per la gara di Napoli

Non uno, ma due grossi sponsor sono in arrivo dalla Cina per l’Inter. Uno andrà sulla maglia da allenamento, l’altro darà il nome al centro Facchetti dove si allenano e a volte giocano le giovanili nerazzurre. La Pinetina, intitolata ad Angelo Moratti, per il momento non cambierà nome. Le prossime saranno settimane calde in corso Vittorio Emanuele, quelle in cui i cinesi hanno in programma di dare una bella sistemata ai conti per rientrare nei parametri del fair play finanziario dell’Uefa. L’obiettivo è chiudere il prossimo bilancio in parità (togliendo le spese considerate “virtuose” da Nyon ovvero gli investimenti per il vivaio, quelli per i miglioramenti delle strutture e quelli nel sociale) o al massimo con un disavanzo di 10 milioni, passivo che obbligherebbe l’Inter a pagare una multa di 7 milioni. Andare oltre quella cifra vorrebbe dire violare il settlement agreement e dunque nuova sanzione che può essere esclusione delle coppe europee.
GRANDI NOMI – Nel recente viaggio a Milano di Jindong e Steven Zhang, il colosso di Nanchino ha chiarito la sua strategia commerciale: al massimo a gennaio saranno resi noti i nomi delle due aziende che entreranno nella galassia degli sponsor nerazzurri. Si sa solo che sono due grandi nomi della galassia cinese. Alibaba è una possibilità perché tra Zhang senior, Thohir e Jack Ma c’è stato un incontro, ma a riguardo vige il massimo riserbo. A gennaio sarà operativo anche il nuovo ufficio nerazzurro a Nanchino. L’arrivo dei nuovi partner però da solo non basterà per sistemare i conti e sarà anche necessario fare cessioni sul mercato. L’Inter ha intenzione di dare solo in prestito Miangue, Gnoukouri e Gabigol, mentre valuta gli addii a titolo definitivo dei giocatori che, essendo a bilancio a cifre basse, garantirebbero discrete plusvalenze. Tra i candidati forti Brozovic (appetito in Premier, ma adesso titolare), Murillo, Felipe Melo, Santon e Biabiany. Jovetic e Kondogbia sono a bilancio a cifre alte. La soluzione più semplice sarebbe fare una cessione (iper valutata) al Jiangsu: non ci sono regole dell’Uefa che la vietano, ma in corso Vittorio Emanuele ricorreranno a questa soluzione sono in caso estremo per non irritare Nyon. E comunque più probabilmente entro il 30 giugno e non a gennaio.
STEVEN A NAPOLI – Stamani, intanto, accompagnato dal vice-presidente Zanetti, l’uomo forte del Suning all’Inter, Steven Zhang partirà per Napoli e stasera sarà al San Paolo vedere il match. Il ragazzo ha preso casa a Milano in zona Garibaldi-corso Como ed è sempre più dentro l’Inter tanto che la nomina del nuovo Ceo non è più considerata una priorità. Jun Liu e lui sono ritenuti più che sufficienti. Sono loro che stanno soprintendendo alla tournée nella prossima estate in Cina con l’Inter che farà base a Nanchino, probabilmente nel fantastico hotel di proprietà del Suning usato la scorsa estate per la presentazione dell’ingresso del gruppo cinese nell’Inter (il Sofitel Zhongshan Golf Resort). Il rinnovo del contratti in scadenza e già… abbozzati (quelli del d.s. Ausilio e del cfa Gardini) sarà deciso a marzo.

Condividi