Allegri: «Il campionato si vincerà con 4 punti di distacco. Champions? Non è ossessione»

Allegri: «Il campionato si vincerà con 4 punti di distacco. Champions? Non è ossessione»
© foto www.imagephotoagency.it

Il commento di Massimiliano Allegri dopo la vittoria della Juventus, in casa, contro l’Inter. Le ultimissime notizie e le dichiarazioni

Massimiliano Allegri, allenatore della Juventus, ha commentato a “Sky Sport“, la vittoria dei bianconeri contro l’Inter. La sfida è stata decisa da un gol di Cuadrado al termine del primo tempo. Queste le dichiarazioni del tecnico: «Abbiamo affrontato l’Inter in una partita molto bella e di altissimo livello e credo che come qualità di gioco e di giocatori era una semifinale di Champions. Nel primo tempo abbiamo preso qualche ripartenza perché eravamo messi male in uscita ma dopo i ragazzi hanno creato diverse occasioni e nel secondo tempo abbiamo avuto diverse occasioni per chiuderla e abbiamo rischiato poco contro una squadra che è partita in ritardo altrimenti era lì a lottare con noi per lo Scudetto. Joao Mario si muoveva dalla nostra parte destra e Cuadrado si muoveva, mentre dall’altra parte Alex Sandro usciva quando c’era pressione e quando non c’era e nel secondo tempo abbiamo corretto queste cose e non abbiamo concesso nulla. Abbraccio con Dybala? C’era Lichtsteiner che era uscito un po’ arrabbiato. Ho interpretato male io la sua espressione, pensavo avesse chiesto il cambio e invece non era così. Per vincere le partite ci vuole ordine».
ALLEGRI DOPO JUVENTUS vs INTER – Prosegue il tecnico della Juventus: «Modulo? Nel primo tempo abbiamo avuto diverse palle gol e un paio le abbiamo anche concesse, soprattutto a campo aperto mentre nel secondo tempo siamo stati più bravi. Quest’anno è una sfida bella perché dobbiamo migliorare sul piano del gioco se vogliamo arrivare in fondo alla Champions, bisogna avere più padronanza e siamo sulla strada giusta. Non abbiamo abbandonato gli altri sistemi di gioco, dipende da tante cose. Fase difensiva? Oggi tutti hanno dato tanto. Chiellini ha fatto una partita straordinaria, Bonucci ha fatto bene e sta crescendo, Benatia è rientrato, Rugani nei minuti finali ha difeso bene. Vittoria del campionato? Si vincerà con 4 punti di vantaggio perché Roma e Napoli arriveranno sopra gli 85. Ossessione Champions? No. Sono arrivato nel primo anno e tutti speravano si riuscisse a passare il primo turno ma io, forse ero un matto, ero convinto si potesse andare in finale con quella squadra. Tutti dobbiamo avere consapevolezza e autostima e bisogna lavorare per arrivare in alto, poi se ci sono quelli più bravi, va bene, ma noi dobbiamo migliorare, dobbiamo dare delle risposte e innanzitutto dobbiamo battere il Porto, una squadra abituata a giocare queste partite. Troppi cambi per Dybala? Magari alla prossima non lo faccio giocare così non viene sostituito (ride, nrd)».