Il Cagliari diventa Campione d’Italia – 12 aprile 1970 – VIDEO

Il 12 aprile 1970, grazie alla vittoria sul Bari, il Cagliari diventa Campione d’Italia per la prima volta nella sua storia

Per gli amanti del calcio più nostalgici, il 12 aprile 1970 è senza ombra di dubbio una giornata storica tra le più memorabili. Allo stadio Amsicora di Cagliari, la formazione rossoblu allenata da Manlio Scopigno affronta il Bari in piena zona retrocessione. La rete di Sergio Gori a due minuti dalla fine mette di fatto il match in cassaforte sul 2-0, regalando alla compagine sarda una vittoria di enorme spessore. Sugli altri campi della Serie A, infatti, riecheggia con forza la caduta della Juventus in casa della Lazio, che dà così la certezza matematica a due giornate dalla fine del campionato: il Cagliari è Campione d’Italia per la prima volta nella sua storia. 5 sono i punti di vantaggio sui rivali bianconeri e sull’Inter, che a fine stagione chiuderà seconda a -4, ma sono più che sufficienti all’incoronazione.

Quella del 1969-70 fu una stagione esaltante e memorabile per il popolo sardo. Il Cagliari conquistò la vetta della classifica fin dalla quinta giornata senza mai più lasciarla, trascinata da un bomber irresistibile come Gigi Riva, capocannoniere a fine stagione con 21 gol. Il successo dei rossoblu fu però anche merito della mano di Scopigno, allenatore moderno e visionario capace di allestire una squadra compatta e dinamica, capace di rivaleggiare con le più grandi realtà del calcio nostrano.

Una rosa tutta italiana, ad eccezione del brasiliano Nené che nel capoluogo sardo trascorrerà ben 12 anni di carriera, capitanata da Pierluigi Cera e sostenuta da uomini di sostanza come Albertosi, Domenghini e Gori. Una squadra irresistibile per un popolo e un’isola intera, che si ritrovano a vivere mesi semplicemente indimenticabili da assoluti protagonisti.


Il contenuto video fa parte della serie web Almanacco del Calcio, prodotto da Sport Review srl.